Michelle Obama: «L'America ha ancora bisogno di Barack»

di Francesca Porta 

La first lady, vestita di rosa, ha aperto la convention democratica di Charlotte con un discorso tanto personale quanto politico

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti

<<>0
1/

«L'America ha ancora bisogno di Barack. Non ve lo dico da moglie, lo dico da madre. Serve per il futuro dei miei e dei vostri figli». Più che un discorso da first lady, quello pronunciato da Michelle Obama alla convention democratica di Charlotte è stato un discorso da first mum.

Continuamente interrotta dagli applausi, Michelle (popolarissima per le sue battaglie sull'alimentazione sana e il movimento) ha portato la discussione politica su un piano personale. E non lo ha fatto puntando sul sentimentalismo, bensì sulla praticità di una donna che conosce i problemi quotidiani delle famiglie.

Michelle ha infatti parlato di tasse, di occupazione, di riforma sanitaria, di istruzione. Sono «grandi temi sociali e politici» - ha detto la first lady- «ma sono soprattutto problemi personali che affliggono gli americani. Problemi che Barack conosce bene, così come conosce le difficoltà che hanno le famiglie».

Perché, racconta la moglie del presidente, «la prima volta che io e Barack ci siamo incontrati le scarpe che aveva erano mezza taglia più piccola». «Le nostre famiglie non avevano molte risorse economiche» - ha continuato - «ma ci hanno insegnato qualcosa di grande valore: che lavorando sodo potevamo raggiungere quello che per loro era stato impossibile».

Michelle non cita mai Mitt Romney, ma queste parole suonano come un chiaro riferimento alla storia (così diversa da quella del self-made-man) del candidato repubblicano. Se l'obiettivo è quello di riprendersi il sogno americano, dice la first lady, «Barack è l'incarnazione di quel sogno. L'ha vissuto in prima persona, sa cosa significa».

«Ho visto mio marito nei momenti di trionfo e in momenti difficili che non avrei mai immaginato. E vi assicuro che quell'uomo non è cambiato, è la stessa persona che avete scelto quattro anni fa», ha infine concluso Michelle invitando gli elettori a scegliere Obama. «La presidenza non ti cambia: rivela chi sei veramente. E lui, come ha sempre fatto la sua famiglia, è pronto a rimboccarsi le maniche per cercare di tirarci fuori dalla crisi. Abbiamo ancora bisogno di lui».

Leggi anche:

>>Mitt Romney e la convention repubblicana

 

DA STYLE.IT

  • News

    Family every Day, il web risponde al Family Day

    Family every Day, il web risponde al Family Day

    • 12
    • 2
  • News

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

    • 0
    • 0
  • News

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

    • 0
    • 10
  • News

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

    • 1
    • 5

Commenti dal canale

TAG CLOUD