11 settembre, il ricordo undici anni dopo

di F. Porta e A. Savini 

Sono passati undici anni dall'attentato alle Torri Gemelle di New York

F. Porta e A. Savini

F. Porta e A. Savini

Leggi tutti

<<>0
1/

A volte abbiamo l'impressione che cambiare il mondo sia un'impresa che necessita di molti anni, se non di interi secoli. E in molti casi è davvero così. Ci sono volte, però, in cui sono sufficienti pochi minuti per far sì che il mondo non sia più lo stesso.

Undici anni fa, l'11 settembre 2001, ne sono bastati una manciata perché il mondo cambiasse in modo irreversibile. Gli Stati Uniti d'America furono attaccati da un gruppo di terroristi dell'organizzazione di matrice islamica Al Qaeda: quattro aerei furono dirottati per colpire obiettivi civili e militari.

Alle 8.46 (ora locale) un Boeing 767 si schiantò contro la Torre Nord del World Trade Center di New York, tra il 94esimo e il 98esimo piano. Pochi minuti dopo, alle 9.03, un altro Boeing colpì la Torre Sud tra il 78esimo e l'84esimo piano. Nelle due torri si svilupparono vasti incendi.

Alle 9.47 un volo dell'American Airlines si schiantò contro il Pentagono, mentre alle 10.03 un quarto volo, lo United Airlines 93, precipitò nei pressi di Shanksville, in Pennsylvania. L'obiettivo dell'aereo sembrerebbe essere stato il Campidoglio o la Casa Bianca, a Washington, ma il volo cambiò rotta quando passeggeri ed equipaggio tentarono di togliere il controllo del veivolo ai dirottatori.

Alle 9.59 la Torre Sud del World Trade Center crollò. La Torre Nord, invece, collassò alle 10.28, producendo detriti che danneggiarono la vicina Torre 7, crollata a sua volta alle 17.21.

Le vittime degli attentati furono circa 3000. Centinaia di persone persero la vita nell'impatto degli aerei, alcune furono uccise dalle ustioni o si gettarono dalle torri, mentre le restanti rimasero intrappolate e morirono nel crollo degli edifici. Nella tragedia persero la vita anche 411 soccorritori tra pompieri, poliziotti e paramedici.

Oggi, come ogni 11 settembre dal 2001 in poi, negli Stati Uniti e in tutto il mondo si ricordano le vittime dei terribili attentati. La principale cerimonia di commemorazione si è tenuta ovviamente a New York, a Ground Zero, dove sono stati letti i nomi di tutte le vittime.

Il presidente Barack Obama e la moglie Michelle hanno ricordato l'anniversario al memoriale del Pentagono, per poi recarsi al cimitero militare di Arlington per pregare sulle tombe dei soldati americani caduti in Afghanistan. «L'America oggi è più forte e sicura», ha detto il presidente Obama. «Un giorno nei libri di storia ciò che rimarrà dell'11 settembre non saranno né l'odio né le divisioni, ma un mondo più sicuro, più forte e più unito».

Leggi anche:

>>Ucciso Osama Bin Laden

>>World Trade Center, completato il primo grattacielo

 

DA STYLE.IT

  • News

    Family every Day, il web risponde al Family Day

    Family every Day, il web risponde al Family Day

    • 14
    • 2
  • News

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

    • 0
    • 0
  • News

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

    • 0
    • 10
  • News

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

    • 1
    • 5

Commenti dal canale

TAG CLOUD