Libia, assalto al consolato Usa. Uccisi l'ambasciatore e tre funzionari

di Francesca Porta 

Dopo i disordini all'ambasciata al Cairo, quattro funzionari americani sono morti al consolato di Bengasi durante una manifestazione contro il film su Maometto prodotto da alcuni copti egiziani residenti negli Usa

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Foto Getty Images

Foto Getty Images

Aggiornamento delle ore 18:

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha inviato un messaggio a Barack Obama nel quale ha definito l'accaduto un «vile atto terroristico, che merita la più ferma esecrazione, colpisce l'impegno degli Usa e degli altri Paesi della comunità internazionale, ad iniziare dall'Italia, per sostenere la ricostruzione della Libia e la sua transizione democratica».

Aggiornamento delle ore 17:

Il sito dell'emittente americana Nbc annuncia che un'unità antiterrorismo formata da 200 marines sarebbe in partenza dagli Stati Uniti alla volta della Libia. L'obiettivo della squadra sarebbe quello di rafforzare la sicurezza degli americani presenti nel Paese.

Intanto, sono state annullate per motivi di sicurezza la prima seduta del Congresso generale nazionale libico e la cerimonia della nomina del premier. Il presidente del Congresso generale Nazionale Mohamed al-Megaryef ha dichiarato: «Presentiamo le nostre scuse agli Usa, al popolo americano e al mondo intero».

Aggiornamento delle ore 15:

Emergono nuovi elementi sull'assalto all'ambasciata Usa di Bengasi. Secondo alcune fonti, la protesta contro il film su Maometto sarebbe stato solo un pretesto per attaccare il consolato americano. Il vero movente dell'assalto sarebbe invece una vendetta della milizia Ansar Al-Sharia per la morte di Abu Al Libi, numero due di Al Qaeda.

Intanto, il presidente Barack Obama ha duramente condannato la vicenda: «È un attacco oltraggioso, una violenza senza senso. Stevens era un uomo coraggioso che si è impegnato fortemente per sostenere la transazione democratica in Libia. È nostro dovere onorare il suo lavoro e quello degli altri andando avanti. Affiancando il governo della nuova Libia. Difendendo i nostri ideali. Vogliamo che sia fatta giustizia e giustizia sarà fatta». Il segretario di Stato Hillary Clinton ha aggiunto: «L'attacco è stato compiuto da un gruppo selvaggio ma ristretto, non dal popolo o dal governo della Libia».

In precedenza:

È di quattro morti e quattordici feriti il bilancio degli scontri scoppiati questa notte all'ambasciata statunitense di Bengasi, in Libia. Secondo quanto riportato dall'emittente Al Jazeera, le vittime sarebbero l'ambasciatore americano Chris Stevens, 52 anni, e tre funzionari del consolato (probabilmente tutti statunitensi). I quattro sarebbero morti soffocati dai fumi dell'incendio fatto divampare all'interno dell'edificio.

Le violenze sono scoppiate nella notte, quando un gruppo di manifestanti armati ha assaltato l'ambasciata Usa con sassi, granate e armi da fuoco. Al centro della protesta c'è un film su Maometto, ritenuto blasfemo e offensivo, prodotto da un gruppo di egiziani copti residenti negli Stati Uniti.

Nel lungometraggio (forse intitolato Innocence of Muslim), il profeta dell'Islam è descritto come un violento truffatore e viene rappresentato mentre ha un rapporto sessuale. Proprio ieri il trailer del film è stato pubblicato su YouTube ed è scoppiata la protesta in molti Paesi del mondo arabo.

In Egitto alcuni manifestanti sono entrati nell'ambasciata americana e hanno sostituito la bandiera a stelle e strisce con un vessillo inneggiante ad Allah. In Libia, invece, dove oggi è prevista la nomina del nuovo premier, le proteste sono state molto più violente.

 

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    • 8
    • 15
  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    • 3
    • 0
  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    • 3
    • 0
  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    • 6
    • 5

Commenti dal canale

TAG CLOUD