Crisi: scioperi e proteste a Madrid e Atene

di Francesca Porta 

In Grecia 50.000 persone sono scese in piazza per protestare contro i nuovi tagli del governo Samaras. In Spagna gli indignados manifestano contro l'austerity

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Corteo di manifestanti ad Atene - Foto Getty Images

Corteo di manifestanti ad Atene - Foto Getty Images

Le misure adottate finora non bastano. In Grecia e in Spagna, la crisi economica continua a richiedere nuovi stanziamenti, manovre finanziarie e tagli alla spesa pubblica. Continua, soprattutto, a richiedere sacrifici ai cittadini.

Economicamente stremati già da molto tempo, oggi migliaia di greci e di spagnoli sono scesi in piazza nelle rispettive capitali per denunciare la situazione e per urlare a gran voce la propria contrarietà nei confronti di queste politiche dell'austerity.

Ad Atene, 50.000 persone hanno sfilato per le strade della città in occasione di uno sciopero generale (il primo dall'insediamento del governo Samaras, il terzo dall'inizio dell'anno) indetto dai sindacati Gsee e Adedy contro le nuove misure in discussione da domani in Parlamento.

Il pacchetto prevede tagli a salari, pensioni e previdenza sociale, riforme strutturali per modernizzare lo Stato, misure contro la corruzione e l'introduzione di maggiore concorrenza nel mercato. In totale, questi nuovi tagli dovrebbero consentire alla Grecia di ridurre di 11,6 miliardi di euro la spesa pubblica e di aumentare le entrate di circa due miliardi.

Com'è facilmente comprensibile, sono i molti i cittadini greci contrari a queste nuove misure. La maggior parte dei manifestanti l'ha dichiarato con una marcia pacifica ricca di cartelli e striscioni, mentre una minoranza è passata alle vie di fatto, lanciando bottiglie molotov e pietre contro le forze dell'ordine (che hanno risposto con lacrimogeni, cariche e l'arresto di 120 persone).

A Madrid, dopo una notte di violenti scontri che hanno causato 64 feriti, oggi gli indignados sono tornati in piazza per protestare contro l'austerity del governo di Mariano Rajoy. Tra le misure in via di valutazione ci sarebbero 15 milioni di euro di aumenti fiscali, l'abbassamento dei sussidi di disoccupazione, il congelamento delle assunzioni nel settore pubblico e il taglio della spesa sociale.

Intanto, crollano le Borse europee. Madrid perde il 4%, Milano il 3% e lo spread tra Btp italiani e Bund tedeschi è arrivato a superare i 380 punti.

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

TAG CLOUD