Usa, ragazza di colore ferita dalle fiamme

di Francesca Porta 

Sharmeka Moffit, 20 anni, è ricoverata in ospedale in gravissime condizioni. La giovane ha ustioni di quarto grado su oltre il 60% del corpo

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Foto d'archivio - Corbis Images

Foto d'archivio - Corbis Images

Aggiornamento di mercoledì 24 ottobre:

Dopo le prime indagini, l'Fbi ha dichiarato di nutrire seri dubbi sulla dinamica dell'accaduto. Secondo gli investigatori, infatti, Sharmeka Moffitt potrebbe essersi data fuoco da sola, inscenando un'aggressione a sfondo razzista del Ku Klux Klan. Non è ancora chiaro quale potrebbe essere il movente del gesto.

In precedenza:

Ha tutto l'aspetto di un'aggressione razzista quella avvenuta domenica scorsa, 21 ottobre, a Winnsboro, in Louisiana. Tre uomini, con il capo coperto dai cappucci bianchi tipici del Ku Klux Klan, hanno dato fuoco a Sharmeka Moffitt, una ragazza afroamericana di soli 20 anni.

Secondo quanto riportato dai giornali statunitensi, sarebbe stata proprio la giovane a chiamare il 911 per denunciare l'aggressione. Sharmeka ha raccontato di essere stata accerchiata nei pressi di un parco: i tre uomini l'hanno insultata, le hanno spruzzato addosso del liquido infiammabile e le hanno dato fuoco. La ragazza è ora ricoverata all'ospedale di Winnsboro in gravissime condizioni: oltre il 60% del corpo ha riportato ustioni di quarto grado.

Oltre ai cappucci bianchi, ci sono altri indizi che fanno pensare a un gesto razzista: l'automobile di Sharmeka, ad esempio, è stata imbrattata con diversi insulti e sul tettuccio è stata trovata la sigla «kkk», che rimanderebbe appunto al Ku Klux Klan.

Le forze dell'ordine invitano però alla prudenza: non è ancora certo, infatti, che la violenta aggressione sia attribuibile ai membri dell'organizzazione razzista. «È necessario non giungere a conclusioni affrettate», ha dichiarato il sindaco Jackie Johnson. «Non sono del tutto convinto che si sia trattato di un attacco razzista. Bisogna rimanere fuori dalle indagini per tutto il tempo di cui la polizia avrà bisogno per trovare l'artefice di questo gesto».

Lo sceriffo Kevin Cobb, che ha definito l'accaduto «un evento ripugnante», ha assicurato che le autorità faranno «di tutto per assicurare i responsabili alla giustizia». Anche l'Fbi ha aperto un'inchiesta sul caso.

 

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    • 8
    • 15
  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    • 3
    • 0
  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    • 3
    • 0
  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    • 6
    • 5

Commenti dal canale

TAG CLOUD