L'uragano Sandy spaventa New York. Obama: «Situazione serissima»

di Francesca Porta 

Stato di emergenza su tutta la costa est degli Stati Uniti: chiusi uffici e scuole, fermi tutti i mezzi pubblici. Cancellati 7400 voli

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Sandy dovrebbe toccare la costa est degli Stati Uniti con venti
fino a 120 km all'ora - Foto AP/LaPresse

Sandy dovrebbe toccare la costa est degli Stati Uniti con venti fino a 120 km all'ora - Foto AP/LaPresse

Aggiornamento delle ore 18.30:

L'uragano Sandy sta per passare sugli Stati Uniti con venti che arrivano a 144 chilometri orari. A New York è scesa così tanta pioggia da allagare la parte sud di Manhattan (Battery Park, Financial District), mentre in Connecticut, Virginia e New Jearsy migliaia di persone sono senza corrente elettrica. Sul lago Michigan, a Chicago, sono attese onde alte nove metri.

«Milioni di persone saranno coinvolte dal passaggio del potente uragano», ha dichiarato il presidente Barack Obama. «Ascoltate le indicazioni delle autorità: se dicono di evacuare, fatelo. In questi momenti dobbiamo stare tutti uniti, tutti insieme, e aiutarci a vicenda, aiutare gli amici e i vicini di casa».

In precedenza:

L'uragano Sandy sta per raggiungere New York. Dopo aver ucciso 66 persone nei Caraibi, ora la terribile tempesta si sta dirigendo, con venti fino a 120 chilometri orari, verso la costa est degli Stati Uniti. In Maryland, New Jeresy, New York, Pennsylvania, Virginia, Washington Dc e nelle zone costiere del Nord Carolina è stato dichiarato lo stato di emergenza.

«La tempesta è potente e pericolosa e si muove molto lentamente, quindi potrebbe volerci del tempo prima che se ne vada», ha dichiarato il presidente Barack Obama esortando gli americani ad attenersi agli ordini delle autorità. «Ascoltate gli allarmi, la situazione è serissima».

Per affrontare l'imminente pericolo (Sandy dovrebbe arrivare nel pomeriggio di lunedì 29 ottobre), nelle zone interessate sono stati chiusi uffici e scuole, sono stati bloccati bus e metropolitane, cancellati circa 7400 voli. L'esortazione è «state a casa» per chi si trova in zona sicure, «andate via» per chi invece è in aree a rischio.

A New York è chiusa persino Wall Street. Il sindaco Mike Bloomberg ha ordinato l'evacuazione di 375mila persone che vivono nella zona A della città, quella più a rischio, e ha predisposto l'apertura di 626 rifugi per accogliere gli sfollati. Oltre 10 milioni di persone potrebbero rimanere senza corrente elettrica.

Leggi anche:

>> App e webcam online per seguire online il passaggio dell'uragano Sandy

>>Il passaggio dell'uragano Sandy a Cuba: le foto

 

Commenti dal canale

TAG CLOUD