Il Papa: «Aborto, eutanasia e nozze gay sono gravi ferite inflitte alla pace»

di Francesca Porta 

Il messaggio scritto da Benedetto XVI per la Giornata Mondiale della Pace ha sollevato una forte polemica

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Papa Benedetto XVI - Foto Getty Images

Papa Benedetto XVI - Foto Getty Images

L'eutanasia, l'aborto e i matrimoni gay sono «gravi ferite inflitte alla giustizia e alla pace». Ad affermarlo, nel messaggio ufficiale scritto per la Giornata Mondiale della Pace (che sarà celebrata il 1° gennaio), è stato Papa Benedetto XVI.

«Chi vuole la pace non può tollerare attentati e delitti contro la vita», ha scritto il Pontefice. Per questo, «coloro che non apprezzano a sufficienza il valore della vita umana e, per conseguenza, sostengono per esempio la liberalizzazione dell'aborto, forse non si rendono conto che in tal modo propongono l'inseguimento di una pace illusoria».

Quello che vale per l'aborto, ovviamente, vale anche per l'eutanasia. «Non è giusto codificare in maniera subdola falsi diritti o arbitrii, che, basati su una visione riduttiva e relativistica dell'essere umano e sull'abile utilizzo di espressioni ambigue, volte a favorire un preteso diritto all'aborto e all'eutanasia, minacciano il diritto fondamentale alla vita».

Il Papa ha dunque difeso il diritto all'obiezione di coscienza di medici e operatori sanitari: «È un'importante cooperazione alla pace che gli ordinamenti giuridici e l'amministrazione della giustizia riconoscano il diritto all'uso del principio dell'obiezione di coscienza nei confronti di leggi e misure governative che attentano contro la dignità umana, come l'aborto e l'eutanasia».

Nel messaggio Benedetto XVI si è espresso anche contro le unioni omosessuali: secondo il Pontefice, i tentativi di rendere il matrimonio fra un uomo e donna «giuridicamente equivalente a forme radicalmente diverse di unione» sono «un'offesa contro la verità della persona umana e una ferita grave inflitta alla giustizia e alla pace. La struttura naturale del matrimonio va riconosciuta e promossa, quale unione fra un uomo e una donna».

Benedetto XVI ha poi parlato del diritto al lavoro, della necessità di puntare a nuovi modelli di sviluppo ed economia e dell'importanza di garantire a tutti, in ogni parte del mondo, la libertà religiosa. «La pace non è un sogno, non è un'utopia: è possibile», scrive il Papa.

 

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    • 8
    • 15
  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    • 3
    • 0
  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    • 3
    • 0
  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    • 7
    • 5

Commenti dal canale

TAG CLOUD