Siria, rapito un ingegnere italiano

di staff Style.it 

Mario Belluomo, 64 anni, è stato sequestrato insieme a due colleghi di altre nazionalità. Lavora per l'acciaieria Hmisho di Latakia

Mario Belluomo, un ingegnere di origini catanesi, è stato rapito quest'oggi in Siria, nella zona di Tartus. A renderlo noto, dopo aver avvisato i familiari e aver attivato tutti i canali necessari per intervenire, è stata la Farnesina.

Secondo quanto dichiarato dal Ministero degli Esteri, Belluomo (64 anni) lavora come ingegnere elettrotecnico nell'acciaieria Hmisho di Latakia. Sarebbe stato sequestrato insieme a due colleghi di altra nazionalità, forse russi.

«L'incolumità del connazionale è la nostra priorità assoluta ed è indispensabile tenere il massimo riserbo», ha dichiarato il ministro degli Esteri Giulio Terzi. «Anche in questo caso, in raccordo con tutte le strutture dello Stato coinvolte, stiamo lavorando con il massimo impegno e con la stessa dedizione con cui le nostre ambasciate e consolati quotidianamente prestano assistenza ai connazionali in difficoltà, anche in regioni e situazioni a rischio».

 

Commenti dal canale

TAG CLOUD