Newsweek, l'ultima copertina di carta

di Francesca Porta 

In edicola l'ultimo numero cartaceo dello storico settimanale americano. Ma non è la fine, dicono gli editori, è l'inizio di una nuova era

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Immagine tratta dal sito di Newsweek

Immagine tratta dal sito di Newsweek

Per l'editoria americana e mondiale, oggi è la fine di un'epoca. O forse, come sostengono i più giovani, è l'inizio di una nuova era, diversa e più moderna. Un'era dove i giornali non sono più quelli di una volta. Ovvero, non sono fatti di carta.

Oggi, a ottant'anni di distanza dalla prima uscita, è stato infatti pubblicato l'ultimo numero cartaceo della rivista settimanale Newsweek. Celebre in tutto il mondo per le sue emozionanti copertine e per l'alto livello degli articoli, Newsweek è diretto dalla famosissima Tina Brown ed è il secondo magazine degli Stati Uniti in ordine di importanza e di vendite (il primo è Time).

Ma, si sa, anche i colossi di questo genere possono essere danneggiati dalla crisi. E così, a partire dal 1° gennaio 2013, la rivista sarà fruibile solo online in un'edizione ribattezzata Newsweek Global.

Per dire addio alle edicole, l'ultimo numero ha una copertina alquanto nostalgica: un'immagine in bianco e nero dei grattacieli di Manhattan tra cui svetta il palazzo che in passato è stato sede della redazione del giornale. Il titolo è giustamente preso in prestito dai social media: è un hashtag, cioè una parola-chiave in stile Twitter: #LastPrintIssue (l'ultima copia di carta).

La storica rivista americana dice dunque addio alla carta, ma non al buon giornalismo. Secondo quanto dichiarato dai dirigenti del gruppo, infatti, l'edizione online sarà più viva che mai. Il passaggio dalla carta al web viene definito come una vera e propria «evoluzione». Sarà. Rimane, però, un po' di nostalgia.

 

Commenti dal canale

TAG CLOUD