L'Ue boccia l'Imu: «Renderla progressiva perché sia equa»

di Francesca Porta 

Il rapporto della Commissione europea su occupazione e sviluppi sociali parla dei miglioramenti da apportare alla tassa sulla casa

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Foto Corbis Images

Foto Corbis Images

L'Imu è una tassa poco equa, andrebbe modificata in senso più progressivo. È questo il giudizio espresso dalla Commissione europea sull'imposta sulla casa reintrodotta in Italia nel 2012. Nell'annuale rapporto su occupazione e sviluppi sociali, l'Ue sostiene che «le tasse sulle proprietà non hanno impatto sulla diseguaglianza sociale in Italia, e sembrano aumentare leggermente la povertà ».

L'Imu «include alcuni aspetti di equità» - dice Bruxelles citando la deduzione di 200 euro per la prima casa, le deduzioni in caso di figli a carico e la forbice tra prima e seconda casa - «ma altri aspetti potrebbero essere ulteriormente migliorati in modo da aumentarne la progressività».

Come fare? La Commissione europea suggerisce alcune misure da adottare: aggiornare i valori catastali degli immobili; introdurre deduzioni non basate sul reddito; migliorare la definizione di residenza principale e secondaria. In questo modo l'Imusarebbe più equa e avrebbe un effetto redistributivo.

Leggi anche:

>>La Corte di Strasburgo condanna l'Italia per il sovraffollamento delle carceri

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

TAG CLOUD