Parigi, uccise tre donne curde del Pkk

di Francesca Porta 

Tre membri del Partito dei Lavoratori del Kurdistan sono state trovate morte nei locali dell'Istituto Curdo di Rue Lafayette

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Decine di persone si sono radunate di fronte all'Istituto Curdo
di Parigi - AP/LaPresse

Decine di persone si sono radunate di fronte all'Istituto Curdo di Parigi - AP/LaPresse

Nella notte tra mercoledì 9 e giovedì 10 gennaio, tre donne curde sono state ritrovate morte nei locali dell'Istituto Curdo di Parigi, in Rue Lafayette. Secondo quanto riportato dall'agenzia di stampa Ansa, sarebbero state uccise con un colpo di pistola alla testa, come accade nelle esecuzioni.

Le tre vittime erano membri del PKK, il Partito dei Lavoratori del Kurdistan: Sakine Cansiz, una delle fondatrici, Fidan Dogan, rappresentante del Congresso Nazionale, e Leyla Soylemez, una giovane attivista. Secondo le prime ricostruzioni, nel pomeriggio di mercoledì 9 gennaio Sakine Cansiz e Leyla Soylemez si erano recate all'Istituto Curdo per incontrare Fidan Dogan. I loro corpi sono stati ritrovati nella notte.

Le autorità parigine hanno avviato le indagini, ma per ora non sembrano emergere elementi significanti. Il movimento curdo in Francia ha diffuso un comunicato in cui sottolinea che il delitto è avvenuto in un momento «in cui il governo turco avvia i negoziati diretti con il leader curdo Abdullah Ocalan, in carcere sull'isola di Imrali dal 1999 in condizioni di totale isolamento». Il legame tra i due eventi, però, non è per ora dimostrabile.

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

TAG CLOUD