Vaticano, il Papa lascia il pontificato il 28 febbraio

di Francesca Porta 

L'annuncio in latino durante il Concistoro per la canonizzazione dei martiri di Otranto: «Forze ed età avanzata non sono più adatte per esercitare in modo adeguato il ministero»

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti

<<>0
1/

Il 28 febbraio Papa Benedetto XVI lascerà il pontificato. Ad annunciarlo, in latino, è stato il Santo Padre in persona durante il concistoro per la canonizzazione dei martiri di Otranto: «Dopo aver ripetutamente esaminato la mia coscienza davanti a Dio» - ha dichiarato il Pontefice - «sono pervenuto alla certezza che le mie forze, per l'età avanzata, non sono più adatte per esercitare in modo adeguato il ministero petrino».

«Sono ben consapevole che questo ministero, per la sua essenza spirituale, deve essere compiuto non solo con le opere e con le parole, ma non meno soffrendo e pregando. Tuttavia, nel mondo di oggi, soggetto a rapidi mutamenti e agitato da questioni di grande rilevanza per la vita della fede, per governare la barca di san Pietro e annunciare il Vangelo, è necessario anche il vigore sia del corpo, sia dell'animo, vigore che, negli ultimi mesi, in me è diminuito in modo tale da dover riconoscere la mia incapacità di amministrare bene il ministero a me affidato».

Ecco dunque l'annuncio ufficiale: «Per questo, ben consapevole della gravità di questo atto, con piena libertà, dichiaro di rinunciare al ministero di Vescovo di Roma, Successore di San Pietro, a me affidato per mano dei Cardinali il 19 aprile 2005, in modo che, dal 28 febbraio 2013, alle ore 20,00, la sede di Roma, la sede di San Pietro, sarà vacante e dovrà essere convocato, da coloro a cui compete, il Conclave per l'elezione del nuovo Sommo Pontefice».

Papa Benedetto XVI ha poi ringraziato i cardinali «per tutto l'amore e il lavoro con cui avete portato con me il peso del mio ministero» - e ha chiesto «perdono per tutti i miei difetti. Per quanto mi riguarda, anche in futuro, vorrò servire di tutto cuore, con una vita dedicata alla preghiera, la Santa Chiesa di Dio».

Joseph Ratzinger, nato il 16 aprile 1927, era stato eletto il 19 aprile del 2005, dopo la morte di Giovanni Paolo II. Dopo le dimissioni, che entreranno in vigore alle ore 20 del 28 febbraio, continuerà a vivere in Vaticano, dedicandosi alla preghiera. Non parteciperà al Conclave per l'elezione del nuovo Pontefice, previsto per il mese di marzo.

Leggi anche:

>>Dimissioni del Papa: tutti gli altri casi

>>Dimissioni del Papa, le reazioni e i commenti

>>Le parole non dette di Benedetto XVI

>>Elezione del nuovo Papa: come funziona il conclave

>>Chi sarà il prossimo Papa? Ecco i favoriti

DA STYLE.IT

  • News

    Le Femen a San Pietro il giorno di Natale

    Femen a seno nudo tenta di rubare il bambinello del presepe

  • News

    Papa Francesco nelle favelas: «Non scoraggiatevi mai»

    Continuano gli appuntamenti della Giornata mondiale della gioventù: oggi il Pontefice ha visitato la favela di Verginha, a nord di Rio

  • News

    Papa Francesco in Brasile, assediato dalla folla

    Il Pontefice è arrivato a Rio de Janeiro per la Giornata mondiale della gioventù. È polemica sulla sicurezza: ieri il corteo ha infatti sbagliato strada e la macchina del Papa è rimasta bloccata per diversi minuti tra la folla

  • News

    Gmg, Papa Francesco è a Rio de Janeiro

    Il Pontefice è partito questa mattina per Rio de Janeiro, dove parteciperà alla ventottesima edizione della Giornata mondiale della gioventù

TAG CLOUD