Elezione del Papa, ecco come funziona il conclave

di Francesca Porta 

Con la rinuncia di Benedetto XVI, la Chiesa si trova a dover eleggere un nuovo Papa. Ecco cosa succederà nelle prossime settimane

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti

<<>0
1/

Benedetto XVI lascerà presto il pontificato. Alle ore 20 di giovedì 28 febbraio, il Santo Padre svestirà gli abiti papali e si allontanerà dal Vaticano, tornando a essere semplicemente il cardinale Ratzinger. Per la Chiesa, sgomenta di fronte a una rinuncia che definire storica è poco, si aprirà allora un momento complesso e delicato. Quello dell'elezione del nuovo Papa.

Il 1° marzo, infatti, dovrà essere messa in moto la grande macchina organizzativa che porterà alla nomina di un nuovo Pontefice da parte di 117 cardinali provenienti da tutto il mondo. Il nome di questo meccanismo è «conclave». Il termine deriva dal latino «cum clave», ovvero «chiuso a chiave»: durante la procedura di elezione, infatti, i cardinali vengono chiusi nella Cappella Sistina.

Secondo quanto dichiarato ieri dal portavoce vaticano padre Federico Lombardi, il prossimo conclave potrebbe iniziare già nei primi giorni di marzo. Ad aprire la procedura sarà, come da tradizione, la messa Pro eligendo Papa celebrata nella basilica di San Pietro dal decano del Collegio Cardinalizio (il cardinale Angelo Sodano). Dopo la celebrazione, i cardinali elettori (in abito corale) si recheranno in processione nella Cappella Sistina.

Innanzitutto verranno sorteggiati tre scrutatori, tre incaricati a raccogliere i voti dei cardinali infermi (residenti alla Domus Sanctae Marthae) e tre revisori. Ai cardinali elettori verrà consegnata una scheda di forma rettangolare con la scritta «Eligo in Summum Pontificem» («Eleggo a Sommo Pontefice»), sotto la quale ognuno dovrà scrivere il nome del cardinale da lui prescelto per diventare Papa. Le schede saranno poi poste in un'urna.

A quel punto uno degli scrutatori agiterà l'urna per mescolare le schede, poi un altro le conterà una a una ponendole in un contenitore più piccolo. Se il numero non corrisponderà a quello dei cardinali elettori, le schede saranno subito bruciate. Se invece il numero corrisponderà, si procederà allo spoglio. Uno degli scrutatori leggerà i nomi a voce alta e farà un buco su ogni scheda, in corrispondenza della parola «eligo». Dai buchi verrà poi fatto passare un filo che legherà insieme tutte le schede di una votazione.

Perché un cardinale sia eletto Papa, sono necessari i due terzi dei voti. Se nella prima votazione non sarà raggiunta questa quota, il conclave procederà con una nuova votazione e così all'infinito. Ogni due votazioni con esito negativo, le schede verranno bruciate in una stufa appositamente allestita nella Cappella Sistina assieme a della legna che produrrà fumo nero. Quando, finalmente, la votazione avrà esito positivo, le schede saranno comunque bruciate, ma con legna che produrrà la celebre fumata bianca.

A quel punto il decano dei cardinali si rivolgerà all'eletto dicendo: «Acceptasne electionem de te canonice factam in Summum Pontificem?», ovvero «Accetti la tua elezione canonica a Sommo Ponefice?». A risposta affermativa, il decano proseguirà: «Quo nomine vis vocari?», ovvero «Come vuoi essere chiamato?». L'eletto risponderà scegliendo un nome pontificale.

Il conclave si concluderà con la vestizione dell'eletto con i paramenti papali e con la lettura del brano del Vangelo con il quale Cristo promise a Pietro e ai suoi successori il primato del ministero apostolico (Matteo 16, 13-19). Dopo l'intonazione del Te Deum, il nuovo Papa verrà presentato ai fedeli dalla Loggia delle benedizioni della basilica di San Pietro: prima il Cardinale protodiacono pronuncerà la formula dell'Habemus Papam, poi il nuovo Pontefice impartirà la solenne benedizione Urbi et Orbi.

È difficile, se non impossibile, calcolare il tempo necessario per eleggere un nuovo Pontefice. Secondo quanto dichiarato da padre Lombardi, in questo caso è praticamente certo che il successore di Benedetto XVI sarà eletto prima di Pasqua.

Leggi anche:

>>Vaticano, il Papa lascia il pontificato il 28 febbraio

>>Dimissioni del Papa: le reazioni e i commenti

>>Dimissioni del Pa pa: tutti gli altri casi

>>Chi sarà il prossimo Papa? Ecco i favoriti

>>Le parole non dette di Benedetto XVI

 

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    • 8
    • 15
  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    • 3
    • 0
  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    • 3
    • 0
  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    • 8
    • 5

Commenti dal canale

TAG CLOUD