Siria, esplosione a Damasco. Oltre cinquanta morti

di Francesca Porta 

Un'autobomba è esplosa nel centro della città, di fronte alla sede del partito Baath. Forse si tratta di un attentato suicida

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Un'autobomba è esplosa nel centro di Damasco - Foto
Ap/LaPresse

Un'autobomba è esplosa nel centro di Damasco - Foto Ap/LaPresse

È di 53 morti e 237 feriti il bilancio, purtroppo ancora provvisorio, dell'attentato che questa mattina ha devastato il centro di Damasco, in Siria. Secondo quanto riportato dalle agenzie di stampa, si tratterebbe di un'autobomba fatta esplodere da un attentatore suicida di fronte alla sede del partito Baath, guidato dal presidente Bashar al Assad.

L'edificio si trova in via della Rivoluzione, nel quartiere di Mazraa, praticamente nel cuore del centro moderno della città. Secondo alcuni testimoni, i morti e i feriti sarebbero tutti civili. L'agenzia governativa Sana ha riferito che l'esplosione ha coinvolto alcuni studenti della vicina scuola Abdallah ben Zubeir.

Intanto, la Coalizione Nazionale Siriana (principale organo dell'opposizione) ha fatto sapere di essere disposta a negoziare un accordo di pace a patto che il presidente Bashar al Assad e il suo esercito rispondano dei crimini commessi durante la repressione della rivolta.

 

Commenti dal canale

TAG CLOUD