Papa Francesco, chi è Jorge Mario Bergoglio

di Francesca Porta 

Ecco una breve biografia di Jorge Mario Bergoglio, l'arcivescovo di Buenos Aires che il 13 marzo è diventato Papa

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Jorge Mario Bergoglio è il nuovo Papa - Foto Getty Images

Jorge Mario Bergoglio è il nuovo Papa - Foto Getty Images

Il nuovo Papa della Chiesa cattolica è Jorge Mario Bergoglio. Dopo cinque votazioni, i cardinali riuniti in conclave hanno scelto il gesuita argentino, l'arcivescovo di Buenos Aires. All'indomani della sua elezione, tutti si chiedono chi sia questo prelato dall'aspetto semplice e dal tono mite.

Ebbene, Jorge Mario Bergoglio è nato a Buenos Aires il 17 dicembre del 1936. La sua era una famiglia di origine piemontese emigrata in Argentina, il padre era un ferroviere. Il givoane Jorge si è diplomato in una scuola tecnica, ma poi ha deciso di entrare in seminario. Nel 1958 è entrato come novizio nella Compagnia di Gesù, ha studiato per alcuni anni in Cile e nel 1963, tornato a Buenos Aires, si è laureato in filosofia.

Per alcuni anni ha insegnato letteratura e psicologia nel Collegio dell'Immacolata di Santa Fe e poi nel Collegio del Salvatore di Buenos Aires. Dal 1967 al 1970 ha studiato teologia a San Josè, nel 1969 è stato ordinato sacerdote. Negli anni successivi è stato rettore della facoltà di teologia e filosofia dell'Università di San Miguel (a San Josè), poi ha preso un dottorato in Germania ed è diventato il Provinciale, ovvero il capo dei gesuiti d'Argentina.

Nel periodo della dittatura argentina (tra il 1973 e il 1979) Bergoglio è stato contestato per non aver preso apertamente posizione contro il governo militare. In un libro del giornalista argentino Horacio Verbitsky si parla in particolare del ruolo del sacerdote nel rapimento di due gesuiti, Orlando Yorio e Francisco Jalics. Sono in molti, però, a difendere Bergoglio sostenendo che, durante la dittatura, avrebbe aiutato moltissimi dissidenti a fuggire.

Nel 1992 Jorge Mario Bergoglio è stato nominato vescovo ausiliare di Buenos Aires, nel 1998 è diventato arcivescovo della città . In questi anni è diventato celebre in tutta l'Argentina (e non solo) per le sue scelte di umiltà e semplicità: non viveva nel palazzo episcopale, ma in un piccolo appartamento, girava con i mezzi pubblici e si preparava la cena da sè.

Il 21 febbraio del 2001 Papa Giovanni Paolo II lo ha nominato cardinale. In quell'occasione, Bergoglio invitò i fedeli che erano pronti a recarsi a Roma per presenziare alla cerimonia a restare a casa e donare ai poveri i soldi che avrebbero speso per il viaggio. Tra il 2005 e il 2011 Bergoglio è stato a capo della Conferenza Episcopale Argentina.

Nel conclave del 2005, che ha visto l'elezione di Joseph Ratzinger, l'arcivescovo argentino aveva ottenuto un buon numero di voti. Ora, come sappiamo, ha di fronte a sè il compito più arduo che un sacerdote possa avere: guidare la Chiesa.

Leggi anche:

>>Il nuovo Papa è Jorge Mario Bergoglio

>>Papa Francesco, le reazioni da piazza San Pietro

>>Speciale Conclave

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

TAG CLOUD