Boston, bombe al traguardo della maratona

di staff Style.it 

Due ordigni sono esplosi in corrispondenza del traguardo della maratona cittadina. Il bilancio provvisorio è di tre morti e 100 feriti


Foto: GettyImages

Foto: GettyImages

Due bombe sono esplose a Boston, oggi 15 aprile alle 14.50 ora locale, in corrispondenza del traguardo della maratona cittadina, una delle più antiche del mondo. Gli scoppi sono avvenuti in corrispondenza del Fairmont Copley Plaza Hotel, dove si trovavano anche alcuni atleti e la stampa, circa quattro ore dopo la partenza della gara.

Nel Massachusetts oggi, terzo lunedì di aprile, si festeggia il Patriots' Day, la commemorazione della prima battaglia della guerra d'indipendenza americana.

Aggiornamento delle 00.15:

L'FBI ha confermato che si tratta di un attentato terroristico, un atto ben coordinato e pianificato.

Il presidente Obama, tenuto costantemente informato dal direttore dell'FBI Robert Mueller nel corso del pomeriggio, nel breve messaggio alla nazione delle 18.10 (00.10 in Italia) non ha parlato di terrorismo, ma ha sottolineato la vicinanza dell'America e della Casa Bianca alla città di Boston, e la determinazione a chiarire ogni responsabilità. «Non abbiamo ancora tutte le risposte, ma sappiamo che molte persone sono state ferite, alcune gravemente, dalle esplosioni durante la maratona di Boston. Non sappiamo chi sia stato, né perché, ma state certi: andremo fino in fondo. Ogni responsabile, si tratti di un gruppo o di un singolo, sentirà il peso della giustizia».

 

Aggiornamento delle 23.45:

Secondo la NBC un sospetto, ferito, sarebbe tenuto sotto sorveglianza in ospedale. Il capo della polizia di Boston Ed Davis ha dichiarato che, per il momento, non ci sono sospetti in stato di fermo, il che potrebbe anche voler dire che non è stato tecnicamente effettuato nessun arresto. Davis ha anche definitivamente confermato l'estraneità dell'incidente alla JFK Library dalle esplosioni in Copley Square: si sarebbe trattato di un incendio.

Intanto sale il bilancio delle vittime: sono tre i morti, tra i quali un bambino di 8 anni, e 100 - secondo il Boston Globe - i feriti assistiti negli ospedali dell'area urbana.

Aggiornamento delle 23.15:

Durante la conferenza stampa il capo della polizia di Boston, Ed Davis, ha confermato le due esplosiani pressocché simultanee, a una distanza compresa tra i 50 e i 100 metri una dall'altra, ognuna delle quali ha causato numerose vittime. Alla domanda se si tratti di un attacco terroristico, Davis ha dichiarato: «Non possiamo dare una risposta definitiva, ma ognuno può trarre le proprie conclusioni».

Aggiornamento delle 22.45:

Altri due ordigni sarebbero stati disinnescati, portando a 5 il totale. L'esplosione alla JFK Library, invece, sarebbe stata causata da un guasto tecnico, e per il momento non appare riconducibile alle esplosioni in Copley Square, ma viene investigata «come se lo fosse».

Chiusi anche gli spazi aerei su Washington e New York.

Aggiornamento delle 22.10:

Secondo l'account Twitter della polizia di Boston, ci sono 2 morti e 23 feriti. Una terza esplosione, controllata, si è verificata nei pressi del Mandarin Hotel.

Lo spazio aereo sopra la città è stato chiuso, così come la metropolitana. È stato dichiarato lo stato di allerta nazionale, e misure antiterrorismo sono state messe in atto in tutte le principlai città degli Stati Uniti.

«Apparentemente si è trattato di un attentato», ha commentato a caldo il vicepresidente degli Stati Uniti Joe Biden.

In precedenza:

Secondo l'agenzia Associated Press, alcuni spettatori feriti - secondo le prime stime, una mezza dozzina - sarebbero stati trasportati negli ospedali della zona, e tende di emergenza allestite nell'area.

Il dipartimento di polizia di Boston ha confermato la serie di esplosioni, ma non sono stati forniti ulteriori dettagli. Secondo la CNN sul posto sarebbe intervenuta il corpo speciale antiterrorismo.

 

DA STYLE.IT

  • News

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

    • 0
    • 10
  • News

    Isis, la lettera alle ragazze che vogliono unirsi ai jihadisti

    Isis, la lettera alle ragazze che vogliono unirsi ai jihadisti

    • 0
    • 20
  • News

    Pakistan, 7 morti in un attaco a un magistrato

    A Karachi, in Pakistan, una moto-bomba ha ucciso 7 persone e ne ha ferite altre 14. L'obiettivo dell'attacco talebano era il giudice Maqbool Baqir

    • 0
    • 0
  • News

    La Corte d'Assise condanna Vantaggiato all'ergastolo

    Niente sconti per il responsabile dell'attentato alla Morvillo Falcone, in cui è rimasta uccisa Melissa Bassi. Riconosciuta l'aggravante per strage terroristica

    • 2
    • 0

Commenti dal canale

TAG CLOUD