Treno deragliato in Spagna, arrestato il macchinista

di Francesca Porta 

Il bilancio ufficiale è di 80 morti e 95 feriti, di cui 36 in condizioni critiche. Tra le vittime c'è un italiano, Dario Lombardo

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Il treno è uscito dai binari a pochi chilometri dalla stazione
di Santiago - Foto Ansa

Il treno è uscito dai binari a pochi chilometri dalla stazione di Santiago - Foto Ansa

Aggiornamento delle ore 12:

L'italiano rimasto ucciso nel deragliamento del treno potrebbe essere Dario Lombardo, 25 anni, originario di Forza D'Agrò (Messina) ma residente in Germania. Di lui non si hanno più notizie dalle 20.42 di mercoledì scorso

In precedenza:

La Spagna oggi è in lutto. Piange le 80 persone morte nel deragliamento del treno che mercoledì sera, alle 20.42, è uscito dai binari a pochi chilometri dalla stazione di Santiago de Compostela. Si prende cura degli oltre 90 feriti, prega per quei 36 che vertono in condizioni gravissime. Si ferma a riflettere su quanto accaduto.

Secondo i risultati delle prime indagini, l'incidente è stato causato dall'eccesso di velocità. Il treno, partito da Madrid e diretto a Ferrol, viaggiava infatti a 190 chilometri orari in un tratto dove, vista la presenza di una curva stretta, il limite era fissato a 80 km/h. Perché il treno correva così veloce?

Questa domanda sarà posta oggi dalla polizia a Francisco Josè Garzòn Amo, il macchinista 52enne che era ai comandi del treno al momento del deragliamento. L'uomo, che si trova ricoverato in ospedale, è in stato di arresto e dovrà spiegare il motivo di quell'eccessiva velocità. Dovrà spiegare perché, nonostante l'apposito sistema di allarme ha segnalato che il treno correva troppo veloce, lui non ha azionato il freno.

Dovrà, probabilmente, spiegare quel post pubblicato su Facebook qualche mese fa, dove mostrava il tachimetro del treno sui 200 km/h e commentava: «Sono al massimo, che bello sarebbe sfrecciare davanti alla polizia facendo saltare l'autovelox. Ah, ah, che bella multa per la Renfe».

Secondo quanto riportato dalle agenzie di stampa, il macchinista avrebbe già confessato di aver viaggiato a velocità elevatissima ai due agenti di custodia che presidiano la sua stanza in ospedale, così come aveva fatto, subito dopo l'incidente, in collegamento radio: «Speriamo non ci siano morti, se no me li porterò sulla coscienza».

Di morti ce ne sono, eccome. Forse c'è anche un italiano. Ad affermarlo è stato il quotidiano El Mundo, citando il governo galiziano e sostendendo che il nostro connazionale «sta bene, ma viene tenuto in ospedale». La Farnesina sta cercando di verificare la notizia.

Leggi anche:

>>Spagna, deraglia un treno: 80 morti

 

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    • 8
    • 15
  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    • 3
    • 0
  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    • 3
    • 0
  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    • 6
    • 5

Commenti dal canale

TAG CLOUD