Addio Anita Ekberg, grazie per il sogno

di Alessia Arcolaci 

Alessia Arcolaci

Alessia Arcolaci

ContributorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
0/


Quando si pensa ad Anita Ekberg incorniciata dentro alla fontana di Trevi ne «La dolce vita» di Federico Fellini, non è difficile immaginarla come un' incantevole nuvola bianca,  un irresistibile mistero che si lascia trasportare dal vento, al di sopra di ogni cosa.

Mentre tutti annunciano la sua morte (avvenuta a 83 anni, l'11 gennaio scorso) con rammarico, per iniziativa  dell'assessorato alla Cultura del Campidoglio sulla stessa fontana hanno affisso un cartellone gigantesco che la ritrae per salutarla. Dovremmo rallegrarci tuttavia per il fatto che quella donna tanto bella e sensuale era già destinata a rimanere viva per sempre, grazie a una delle sequenze più belle della storia del cinema mondiale.

«Marcello come here, hurry up» diceva, per poi lasciarsi andare a una sensuale danza sotto la cascata d'acqua della fontana, poi il volto di Marcello Mastroianni che nell'osservarla così bella non ha avuto titubanze nel rispondere: «Si Silvia vengo anche io, vengo anche io». Ancora lei cullata in un erotismo senza tempo e Marcello che ammette di stare sbagliando tutto.

Trenta secondi che non appartengono al passato e la terranno viva per sempre, proprio come è successo con Marcello Mastroianni e Federico Fellini. Ciao Anita e grazie per il sogno.

 

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    • 8
    • 15
  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    • 3
    • 0
  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    • 6
    • 5
  • News

    Nichi Vendola e il suo compagno sono diventati papà

    Nichi Vendola e il suo compagno sono diventati papà

    • 1
    • 3

Commenti dal canale

TAG CLOUD