«Così ho realizzato il mio sogno»

di Alessia Arcolaci 

Aspettando la Festa della Mamma, una serie di storie di «super mamme »

Alessia Arcolaci

Alessia Arcolaci

ContributorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
0/


Stella è diventata mamma prima di scoprirsi bambina. A undici anni ha dovuto assumersi la responsabilità di tutta la sua famiglia, smettere quindi di sognare e giocare e andare a scuola. «Mia madre morì nel 1998 quando avevo 11 anni. A quel tempo mio padre era già andato via di casa e viveva con un'altra moglie e io ho dovuto smettere di andare a scuola per iniziare a lavorare. Fu molto difficile ma era l'unica cosa che potevo fare per aiutare i miei fratelli e le mie sorelle. Ogni mattina andavo a prendere l'acqua per le persone del vicinato, trasportavo all'incirca 20 taniche al giorno per 100 scellini l'una. Un pò di soldi li tenevo da parte per la scuola».

Il suo sogno nel cassetto non lo aveva dimenticato ed era determinata a realizzarlo, aprire una sartoria. «Conobbì un centro di formazione sostenuto dall'organizzazione internazionale AVSI perchè era accanto a casa mia. Dopo anni di difficoltà durante i quali ho sempre cercato di cavarmela decisi di andare a capire se potevo frequentare la scuola. Avevo raccolto dei soldi in un barattolo tanto da raggiungere i 7000 scellini di cui avevo bisogno per iscrivermi. Quando iniziai a frequentare la scuola ricevetti anche un aiuto dal programma del sostegno a distanza».

In questo modo Stella è riuscita a terminare gli studi e iniziare a lavorare come sarta. «A scuola è stato il primo luogo dove ho acquisito delle competenze utili per sostenere la mia famiglia e che mi hanno aiutata davvero. Immediatamente ho cominciato ad imparare e a diventare pian piano una "vera sarta". Ero cresciuta guardando mia madre fare questo lavoro e per questo riuscivo ad imparare molto rapidamente».

«Già al secondo anno di scuola ero in grado di confezionare degli abiti per i clienti, sto persino utilizzando la stessa macchina di mia madre per confezionare delle maglie che sto preparando per i miei fratelli e sorelle per farli andare a scuola. Ora mi sono diplomata e sto portando avanti il mio lavoro. Inoltre per continuare i miei studi mi sono iscritta ad una scuola secondaria così da poter frequentare successivamente una scuola di design e avere un diploma. Con il mio lavoro riesco a pagare la scuola per me e i miei fratelli. Il mio sogno è diventare una designer come Sylvia Owori, molto famosa qui in Uganda!».

Nella gallery in alto le immagini di Stella

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

  • News

    Unioni Civili, ddl Cirinnà arriva alla Camera

    Unioni Civili, ddl Cirinnà arriva alla Camera

TAG CLOUD