La protesta delle donne egiziane: «Velo anche per gli uomini»

di Francesca Porta 

Alcune donne hanno creato un gruppo su Facebook per denunciare il sessismo

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Diversi uomini hanno già pubblicato su Facebook la loro
fotografia

Diversi uomini hanno già pubblicato su Facebook la loro fotografia

«Anche gli uomini dovrebbero portare il velo». È questa la richiesta, tanto provocatoria quanto simbolica, affidata alla Rete da un gruppo di donne egiziane con l'obiettivo di denunciare il sessismo imperante nella società.

Queste donne, preoccupate dalla possibilità che gli islamisti conquistino il potere nelle prossime elezioni, hanno creato un gruppo su Facebook, chiamato L'eco delle grida, nel quale discutere del futuro delle donne egiziane e degli atteggiamenti sessisti e discriminatori che ancora permangono nella società.

Per coinvolgere anche gli uomini egiziani in questa importante battaglia per il miglioramento delle condizioni femminili, le organizzatrici della campagna si sono inventate l'iniziativa «Anche gli uomini dovrebbero portare il velo». La pagina Facebook è online solo da poche settimane, ma sono già molti gli uomini che hanno inviato fotografie in cui sono ritratti mentre indossano l'hijab, il tipico velo che portano sul capo le donne egiziane.

Insieme alle immagini, inoltre, molti utenti (maschi) hanno lasciato commenti di incoraggiamento. Un uomo, ad esempio, scrive: «La Primavera Araba non dovrebbe riguardare solo l'eliminazione dei dittatori, perché la democrazia inizia a livello mentale. Dobbiamo eliminare i tabù che stanno impedendo lo sviluppo del nostro potenziale innovativo: l'orientamento patriarcale della società, religiosità travisata e ossessione sessuale».

TAG CLOUD