Crisi economica, ecco le misure del maxiemendamento

di Francesca Porta 

I punti fondamentali del documento preparato mercoledì dal Consiglio dei Ministri

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Silvio Berlusconi e il ministro dell'Economia Giulio
Tremonti

Silvio Berlusconi e il ministro dell'Economia Giulio Tremonti

Chi si aspettava un decreto, è rimasto deluso. Dal Consiglio dei Ministri che si è svolto mercoledì sera a Palazzo Chigi, è nato invece un maxiemendamento anti-crisi che andrà a integrare la Legge di Stabilità attualmente in discussione al Senato. «Il decreto - ha spiegato il ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli - si farà in un secondo tempo, assieme a un disegno di legge».

Per tutta la giornata di ieri si sono rincorse voci che parlavano dell'introduzione, nel possibile decreto, di una patrimoniale, del ritorno dell'Ici sulla prima casa e della norma sui licenziamenti già indicata nella lettera inviata la scorsa settimana da Silvio Berlusconi all'Unione Europea. Invece nessuna di queste norme è presente nel testo che oggi viene portato al tavolo del G20.

Cosa prevede, allora, questo emendamento di misure anti-crisi? Ecco i punti fondamentali.

EuroSud: un piano per rilanciare l'economia del Mezzogiorno che sbloccherà otto miliardi di fondi strutturali europei.

Liberalizzazioni: abolizione delle tariffe minime per aprire le professioni al mercato e possibilità di costruire società di capitale tra professionisti. I servizi

Infrastrutture: incentivi (sgravi fiscali di Ires e Irap) per stimolare la partecipazione dei privati nella realizzazione delle grandi opere pubbliche

Dismissioni: vendita del patrimonio pubblico, a partire da immobili e caserme.

Lavoro: incentivi per chi assume donne disoccupate, per il part-time e per il telelavoro. Aumento di un punto percentuale nell'aliquota contributiva dei contratti co.co.co. e co.co.pro. e contributi azzerati nei primi tre anni per le aziende (fino a 9 dipendenti) che assumono con il contratto di apprendistato.

Ricerca: credito d'imposta dell'80%, per i primi tre anni, dei costi sostenuti dalle imprese per le nuove assunzioni di giovani ricercatori sotto i 30 anni

Banda larga: progetto che mira ad assicurare l'azzeramento del digital divide, con coinvolgimento di operatori privati e della Cassa depositi e prestiti.

Giustizia civile: previste misure per lo smaltimento degli arretrati della giustizia civile

TAG CLOUD