Berlusconi si è dimesso. Oggi le consultazioni

di Francesca Porta 

Entro questa sera Napolitano affiderà l'incarico per la formazione del nuovo governo

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi non è più il presidente del Consiglio. Ieri sera, dopo una lunga giornata in cui la Camera ha approvato la legge di stabilità, il premier è salito al Colle per rassegnare le proprie dimissioni e rimettere il mandato nelle mani del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Con le dimissioni di Berlusconi, che ha governato per 17 anni, si chiude un'era della storia d'Italia. Oggi, in una giornata decisiva per le sorti del Paese, il presidente Giorgio Napolitano dovrà decidere come si aprirà la nuova era.

Alle ore 9, al Quirinale, sono iniziate le consultazioni che precedono l'assegnazione dell'incarico per la formazione di un nuovo governo. I primi a essere convocati da Napolitano sono i presidenti di Senato e Camera, Renato Schifani e Gianfranco Fini; durante il resto della giornata, il presidente incontra tutti i rappresentanti dei gruppi parlamentari di maggioranza e di opposizione.

Secondo il calendario del Colle, le consultazioni dovrebbero concludersi intorno alle ore 18. Questo significa che entro sera il presidente Napolitano avrà reso pubblico il nome di colui che sarà chiamato a formare il nuovo esecutivo. Molto probabilmente, il nome sarà quello di Mario Monti.

 

>>12 NOVEMBRE 2011: la giornata politica in diretta

>>PHOTOGALLERY: BERLUSCONI, 17 ANNI IN 17 PAROLE

>>COSA PREVEDE la legge di stabilità

TAG CLOUD