Equitalia, pacco bomba ferisce il direttore generale

di Francesca Porta 

Marco Cuccagna è stato ferito alla mano da un plico esplosivo arrivato via posta

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Marco Cuccagna - Foto AP/LaPresse

Marco Cuccagna - Foto AP/LaPresse

Un pacco bomba è stato recapitato via posta, questa mattina, all'agenzia di Equitalia di via Andrea Millevoi, a Roma. L'ordigno si trovava in una busta imbottita ed è scoppiato in mano al direttore generale Marco Cuccagna, a cui il pacco era indirizzato.

L'uomo è stato subito trasportato in un ospedale della città, mentre gli artificeri raggiungevano la sede dell'agenzia per assicurarsi che il pericolo fosse cessato. Secondo le prime notizie, Cuccagna (a capo della società pubblica di riscossione dei tributi dal settembre 2008) avrebbe perso la falange di un dito nell'esplosione.

L'attentato non è stato rivendicato, ma gli investigatori sospettano che si tratti dell'azione di un gruppo anarchico. Si teme, inoltre, un collegamento con il pacco bomba inviato ieri al presidente della Deutsche Bank, Josef Ackermann.

«Il presidente del Consiglio Mario Monti» - si legge in una nota di Palazzo Chigi - «ha espresso la propria solidarietà e vicinanza umana e istituzionale al direttore Marco Cuccagna. Equitalia ha sempre svolto e continua a svolgere esclusivamente il proprio dovere, nel pieno rispetto delle leggi. Una funzione essenziale per il funzionamento dello Stato, senza la quale non sarebbe possibile erogare servizi ai cittadini ed alle loro famiglie».

TAG CLOUD