«Se non ora, quando?»: centomila donne in piazza

di Francesca Porta 

Welfare, maternità, quote rosa, precariato femminile: questi i temi della manifestazione

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti

<<>0
1/

«Se non le donne, chi?». È questa la domanda che ieri, dalla romana Piazza del Popolo, è rimbalzata in moltissime strade e piazze d'Italia. Da Torino a Messina, da Milano a Sassari, sono state infatti oltre centomila le donne che hanno partecipato alla manifestazione organizzata dai comitati di «Se non ora, quando?».

A dieci mesi dalla protesta del 13 febbraio, le donne italiane hanno deciso di tornare in strada per discutere di welfare, maternità, quote rosa, precariato femminile e rappresentazione della donna nei media. Sul palco allestito in Piazza del Popolo si sono alternati slogan (come «Women got the power»), canzoni (come quelle di Emma Marrone, Paola Turci, Marina Rei) e discorsi (come quelli di Cristina Comencini, Lunetta Savino).

Le proposte sono state tante, e chiare: appianare le differenze tra uomini e donne (ad esempio nel mondo del lavoro), istituire le quote rosa, puntare sulla meritocrazia. Promuovere un'immagine dignitosa della donna.

Aumentare gli asili, attivare servizi migliori di assistenza agli anziani, prevedere aiuti alle famiglie. Promuovere, insomma, un welfare che permetta alle donne di dedicarsi allo stesso tempo a bambini e carriera.

L'appello più forte è rivolto al nuovo premier Mario Monti e al suo governo: per salvare l'Italia dalla crisi, bisogna mettere le donne al centro dello sviluppo. «Se non le donne, chi?».

VEDI ANCHE:

>>Se non le donne, chi?

 

Commenti dal canale

TAG CLOUD