Cosentino, sì all'arresto. Decisivi i voti della Lega

di Francesca Porta 

La Giunta per le Autorizzazioni della Camera ha approvato la richiesta della Procura

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Foto LaPresse

Foto LaPresse

Undici voti favorevoli e dieci contrari. La Giunta per le Autorizzazioni della Camera ha approvato la richiesta di arresto della Procura di Napoli nei confronti di Nicola Cosentino, l'ex sottosegretario del Pdl accusato di essere il referente politico del clan camorristico dei Casalesi.

Come annunciato ieri dall'ex ministro Roberto Maroni, gli esponenti della Lega Nord hanno votato a favore dell'arresto (contro si sono espressi i membri del Pdl e il radicale Maurizio Turco). Lo scarto di un solo voto dimostra quanto la decisione del Carroccio sia stata decisiva.

«Ho delle perplessità sull'impianto accusatorio», ha dichiarato il leghista Luca Paolini. «Ma ho votato a favore dell'arresto perchè qui in Commissione io rappresento la Lega e ieri alla riunione della segreteria politica federale è stato deciso per il sì all'arresto».

Il voto della Giunta per le Autorizzazioni non è definitivo. L'ultima parola spetta alla Camera, che probabilmente si esprimerà giovedì attraverso il voto segreto.

 

Commenti dal canale

TAG CLOUD