Concordia, le vittime salgono a sei. Recuperata la scatola nera

di Francesca Porta 

Sotto accusa il comandante: la nave era fuori rotta e lui non ha lanciato subito l'allarme. Ha inoltre abbandonato la Concordia senza sostenere le operazioni di soccorso

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Foto LaPresse

Foto LaPresse

-Aggiornamento delle ore 17.30: gli elicotteri che hanno sorvolato la zona del naufragio questo pomeriggio hanno segnalato la presenza di alcune chiazze di conbustibile intorno alla nave Costa Concordia. Sembrerebbe essere combustibile "leggero", che evapora facilmente, ma è sempre pià alto il rischio di fuoriuscite di carburante che potrebbero causare gravi danni ambientali.

-Aggiornamento delle ore 16: le operazioni di soccorso sono riprese. L'ondata di maltempo non è ancora passata, ma gli strumenti di monitoraggio hanno accertato che la condizione è abbastanza sicura da permettere ai soccorritori di rientrare nella nave.

-Aggiornamento delle ore 12.30: le operazioni di soccorso sono state sospese perchè la nave, a causa del maltempo e del mare mosso, ha iniziato a muoversi. Al momento, la Concordia si è spostata solo di dieci centimetri, ma il terrore dei soccorritori è che le onde possano muovere il relitto dal gradino di 37 metri su cui è appoggiato e farlo sprofondare. Se ciò avvenisse, la Concordia affonderebbe completamente e si annullerebbero le possibilità di trovare altre persone vive a bordo. Il maltempo, inoltre, ha fatto aumentare anche il rischio di un disastro ambientale: per ora il carburante non è ancora uscito dalla nave, ma nessuno può sapere cosa succederebbe nel caso in cui la Concordia continuasse a muoversi.

 

Sono sei le vittime accertate del naufragio della nave Costa Concordia di fronte all'isola del Giglio. A oltre due giorni dal terribile incidente, il bilancio si aggrava di ora in ora: questa notte i soccorritori hanno ritrovato il cadavere di un uomo, la sesta vittima. Circa 15 persone, inoltre, mancano ancora all'appello.

I sommozzatori e i vigili del fuoco stanno lavorando senza sosta per trovare i dispersi. Dopo aver salvato una coppia di turisti coreani in luna di miele e il capo commissario di bordo Manrico Giampedroni, i soccorritori sentono ancora delle voci arrivare dalla nave. Il che lascerebbe pensare che ci siano altre persone vive bloccate sulla Concordia.

Intanto, proseguono anche le indagini della Procura di Grosseto sulla dinamica dell'incidente. In queste ore stanno emergendo nuovi dettagli sull'accaduto, grazie anche al recupero della scatola nera della nave. Secondo il magistrato Francesco Verusio, che si sta occupando dell'inchiesta, «la nave era a soli 150 metri dalla riva. Una distanza incredibilmente vicina».

Al centro delle indagini c'è il capitano Francesco Schettino, accusato di omicidio plurimo colposo, naufragio e abbandono della nave: «Il comandante ha accostato così tanto l'imbarcazione all'isola del Giglio... si è avvicinato così tanto che era inevitabile che questo scoglio se lo trovasse sotto la nave», ha dichiarato Verusio.

Sui motivi che hanno spinto Schettino ad avvicinarsi così tanto all'isola ci sono solo supposizioni. La più accreditata, ma non confermata, sembrerebbe quella che la Concordia si sia accostata per fare un saluto (accendere le luci e suonare la sirena) a qualche abitante del Giglio, in segno di tributo. Un saluto che, secondo diverse testimonianze, sarebbe una prassi.

«Il may-day è stato lanciato intorno alle 22.43, mentre l'impatto si era verificato circa un'ora prima», ha spiegato il magistrato. Il comandante, inoltre, avrebbe abbandonato la nave alle 22.50, lasciando all'equipaggio il compito di gestire l'evacuazione della nave e non occupandosi delle operazioni di soccorso.

Ieri sera anche la compagnia Costa Crociere ha preso le distanze dall'operato di Schettino: «Il comandante ha commesso errori di giudizio che hanno avuto gravissime conseguenze. La rotta seguita dalla nave è risultata troppo vicina alla costa e sembra che le decisioni del comandante nella gestione dell'emergenze non abbiano seguito le procedure di Costa Crociere».

LEGGI ANCHE:

>>Concordia, salvati tre passeggeri a 24 ore dal naufragio

>>Giglio, naufraga una nave da crociera. Tre morti e decine di dispersi

 

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    • 8
    • 15
  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    • 3
    • 0
  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    • 3
    • 0
  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    • 6
    • 5

Commenti dal canale

TAG CLOUD