Concordia, proseguono le operazioni di ricerca

di Francesca Porta 

La Costa Crociere si difende in Senato: «Inchino non autorizzato»

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Foto LaPresse

Foto LaPresse

Continuano senza sosta le operazioni di soccorso a bordo della Costa Concordia, naufragata venerdì 13 gennaio di fronte all'isola del Giglio. Dopo una breve interruzione durante la notte, questa mattina i sommozzatori della Marina Militare hanno ricominciato la ricerca, ormai quasi senza speranza, delle 19 persone che ancora mancano all'appello (i morti sono invece 16, di cui tre non ancora identificati).

Contemporaneamente, gli operatori dell'azienda olandese Smit Salvage stanno portando avanti le manovre di preparazione della nave per lo svuotamento dei serbatoi di carburante. Ieri, attorno al relitto, è stato posizionato un pontone con tutte le attrezzature necessarie per procedere, probabilmente a partire da sabato mattina, all'estrazione del carburante.

Intanto, il presidente di Costa Crociere Pierluigi Foschi è stato ascoltato al Senato, dove ha raccontato la sua versione dell'accaduto. «È un tragico incidente che non doveva avvenire e poteva non avvenire», ha dichiarato Foschi, che ha definito «ignobili e ingiuste» le accuse rivolte alla compagnia.

Il presidente, inoltre, ha affermato che l'inchino al Giglio non era stato concordato con la Costa: «Se viene richiesta, l'azienda può dare l'accordo alla navigazione turistica. Il fatto di avvicinarsi alle coste non è vietato, di per sè non è una pratica rischiosa, se si seguono i protocolli. Ma di certo non si fa navigando alla velocità di 16 nodi in quelle condizioni».

LEGGI ANCHE:

>> Concordia, Schettino: «La nave si inclinava, sono sceso»

>>Concordia, ritrovato un altro corpo

>>Ascolta la telefonata tra il comandante Schettino e la capitaneria

>>Storie della Concordia

>>Concordia, salvati tre passeggeri a 24 ore dal naufragio

>>Giglio, naufraga una nave da crociera. Tre morti e decine di dispersi

 

DA STYLE.IT

  • News

    Costa Concordia, Schettino chiede il patteggiamento

    Si è riaperto oggi a Grosseto il processo sul naufragio della nave Concordia di fronte all'isola del Giglio

    • 0
    • 5
  • News

    Costa Concordia, lo Stato chiede 37 milioni di danni

    Continuano a Grosseto le udienze preliminari del processo sul naufragio della Concordia. In aula anche l'ex comandante Francesco Schettino

    • 0
    • 2
  • News

    Concordia, la compagnia Costa patteggia un milione di euro

    Il gip di Grosseto ammette la Costa al patteggiamento e, dopo un’ora di camera di consiglio, fissa la sanzione in 1 milione di euro. La società di navigazione resterà nel processo come parte danneggiata.

    • 1
    • 0
  • News

    Costa Concordia, un anno dopo

    È passato un anno dal naufragio della Concordia di fronte all'isola del Giglio. Ecco a che punto siamo...

    • 0
    • 63

Commenti dal canale

TAG CLOUD