Sigarette più care
per finanziare le pensioni:
sei d'accordo?

di Francesca Porta 

Il decreto Milleproroghe prevede un aumento del prezzo del tabacco

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti

<<>0
1/

Fumare fa male, si sa. Nuoce alla salute (gravemente), ma non solo: a soffrire è anche il portafoglio. Tanto più che tra pochi giorni, quando sarà approvato il decreto Milleproroghe che oggi ha ottenuto la fiducia della Camera, il prezzo delle sigarette è destinato ad aumentare.

Il provvedimento, infatti, prevede un rincaro del costo del tabacco in modo da garantire un'entrata di 155 milioni di euro nei prossimi due anni. La cifra, secondo i progetti del governo Monti, finanzierà la tutela dei pensionandi "esodati" e "precoci", ovvero quei lavoratori che si sono licenziati con la prospettiva di maturare il diritto alla pensione in tempi brevi e quelli che hanno iniziato a lavorare prima dei 18 anni.

Inizialmente, il governo aveva pensato di coprire la cifra necessaria per queste pensioni con un aumento delle aliquote dei lavoratori autonomi, ma infine ha scelto di incrementare il prezzo delle sigarette.

La decisione ha sollevato le critiche di molti fumatori e l'approvazione di molti non fumatori, ma non solo. Alcuni clienti abituali delle tabaccherie hanno infatti salutato con piacere il nuovo aumento, sperando che il rincaro li aiuti a liberarsi del vizio, mentre alcuni non fumatori hanno giudicato ingiusto il provvedimento. Insomma, le opinioni sono davvero tante e disparate. Tu cosa ne pensi?

 

Commenti dal canale

TAG CLOUD