Agenda Digitale, innovare il Paese col web

di Linda Milesi 

Giovedì si terrà la prima riunione della "cabina di regia" per discutere sui punti chiave del progetto Agenda Digitale. Un pacchetto di misure previste dal decreto Semplificazioni volte alla digitalizzazione del nostro Paese

Linda Milesi

Linda Milesi

Leggi tutti


foto Corbis Images

foto Corbis Images

Lo scorso gennaio è stato esaminato il Decreto Semplificazioni che mira ad una vera e propria digitalizzazione del Paese attraverso l'introduzione di misure riguardanti i cittadini, le imprese e le pubbliche amministrazioni. Non si tratta solo di alleggerire l'Italia dal fardello burocratico traducendo via telematica le attività della Pubblica Amministrazione. Alla base del decreto vi è la piena volontà di diffondere e soprattutto integrare una cultura digitale nelle famiglie italiane che risulta ancora precaria. All'interno del decreto prende forma il progetto Agenda Digitale, uno strumento che avrà l'obiettivo di incrementare l'economia italiana, la crescita del Paese e la partecipazione diretta dei cittadini mediante innovazioni riguardanti il web. Quattro sono i punti essenziali dell'Agenda Digitale che traggono ispirazione dai punti chiave della Digital Agenda UE promossa dalla vice Presidente della Commissione Europea:

1. OPEN DATA - Potenziamento del portale nazionale dei dati pubblici al fine di garantire piena trasparenza ai cittadini, consentire loro decisioni informate e la condivisione dei dati attraverso la rete. Per quanto riguarda l'università, per esempio, il "vecchio libretto" depositario di voti e registrazioni esami sarà sostituito da uno strumento prettamente informatico.

2. CLOUD - Favorire il software open source rispetto a soluzioni 'chiuse'. Portare i dati, i server e le applicazioni SU una 'nuvola'. Ovvero: de-materializzazione dei dati, condivisione tra le pubbliche amministrazioni e accessibilità da ogni luogo con ogni dispositivo. Scuola e sanità saranno i primi destinatari di questa novità

3. SMART CITIES  e SMART COMMUNITIES- creazione di spazi virtuali finalizzati allo scambio di opinioni, alla condivisione delle informazioni, alla discussione dei problemi tra i cittadini e all'inclusione sociale.

4. BANDA LARGA E ULTRA-LARGA - Assicurare a tutti i cittadini l'accesso ad internet di base allineando il nostro Paese al resto dell'UE e poi aumentare le potenzialità della fibra ottica per un maggior scambio di dati

Queste innovazioni, oltre ad assicurare beneficio al nostro Paese, apriranno fronti positivi in particolare al mondo delle imprese scommettendo sulla nascita di nuove realtà guidate dai giovani. Giovedì, ha fatto sapere il Ministro dell'Istruzione Francesco Profumo, ci sarà la prima riunione della cosiddetta "cabina di regia" formata da 5 ministri che affronterà i punti suddetti dell'Agenda Digitale.

 

Commenti dal canale

TAG CLOUD