Nichi Vendola indagato per concorso in abuso d'ufficio

di Francesca Porta 

Il leader di Sel è sospettato di aver favorito la nomina di un primario. Ma lui ha replicato: «Sono assolutamente sereno. Ogni mia azione è trasparente»

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Nichi Vendola - Foto LaPresse

Nichi Vendola - Foto LaPresse

Il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola è indagato per concorso in abuso d'ufficio. A diffondere la notizia è stato lo stesso governatore, che nel tardo pomeriggio ha convocato d'urgenza una conferenza stampa.

«Questa mattina» - ha dichiarato Vendola - «ho ricevuto dalle mani di alcuni finanzieri l'avviso di conclusione delle indagini su un filone d'inchiesta che riguarda il concorso per primario di chirurgia toracica nell'ospedale San Paolo di Bari che è stato vinto dal professor Paolo Sardelli e mi si addebita di aver favorito la sua nomina».

L'accusa è chiara: Nichi Vendola è sospettato di aver favorito, con un atto di abuso d'ufficio, la nomina di Paolo Sardelli per il ruolo di primario del reparto di chirurgia toracica dell'ospedale San Paolo di Bari.

«Questa accusa» - ha detto il leader di Sel - «nasce soltanto dalle dichiarazioni di Lea Cosentino (ex direttore generale dell'Asl di Bari, anche lei indagata nella stessa inchiesta e coinvolta anche negli scandali legati all'imprenditore Giampaolo Tarantini, ndr) che asserisce che all'origine di questa mia interferenza ci sarebbe la mia amicizia con Sardelli. Elemento già da questi smentito mesi fa».

Il governatore della Puglia ha dunque concluso: «Mi dichiaro assolutamente sereno, come sempre in passato. Perché ogni mia azione è stata sempre improntata a garantire la trasparenza».

TAG CLOUD