Vertice di maggioranza, passi avanti su crescita

di Francesca Porta 

L'incontro tra Monti, Alfano, Bersani e Casini è durato fino a notte fonda

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Foto LaPresse

Foto LaPresse

«Possiamo uscire dalla recessione entro quest'anno». È un Mario Monti ottimista quello che ieri, intorno alle sette di sera, ha accolto a Palazzo Chigi i leader dei tre partiti di maggioranza, Angelino Alfano, Pierluigi Bersani e Pierferdinando Casini. «Io ci credo ancora», ha detto il premier. «Ma...». Ovviamente, c'è un "ma". «Ma dobbiamo accelerare sulle riforme senza venire meno al rigore».

Come fare? Un primo passo sono la riforma del lavoro e le manovre per la crescita. In un vertice durato fino a notte fonda, i tre segretari, il premier e i principali ministri del governo hanno parlato del ddl anticorruzione, della riforma del lavoro, dei provvedimenti già varati e delle misure per la crescita. Hanno discusso di economia e di Europa.

Il ministro per lo Sviluppo Economico, Corrado Passera, ha parlato a lungo, illustrando un documento sulla crescita. Dopo aver premesso che «per le realizzare la crescita sostenibile non ci sono scorciatoie di breve periodo, soprattutto in una situazione come l'attuale», il ministro ha individuato una serie di fattori chiave per lo sviluppo: il dinamismo dell'economia, la competitività del sistema, la competitività di difendere e rafforzare la coesione sociale, un welfare coerente e meccanismi di tenuta sociale rafforzati.

Alla fine, Monti si è dichiarato soddisfatto. «C'è un nuovo patto politico», ha detto il presidente del Consiglio. «È stato un incontro molto positivo». È stata ribadita l'intesa sul testo della riforma del lavoro e non si è parlato dell'asta delle frequenze tv (il cosiddetto beauty contest), che tanto ha fatto arrabbiare il Pdl.

Anche per Angelino Alfano l'incontro è andato bene, così come per Casini. Bersani si è detto positivo, ma ha precisato: «Si vedrà nei prossimi giorni cosa il governo intende fare in concreto».

Leggi anche:

>>Imu, ecco come si pagherà

>>Articolo 18, torna la possibilità del reintegro

>>La riforma del lavoro punto per punto

TAG CLOUD