Crac Parmalat: Tanzi condannato a 17 anni e 10 mesi in appello

di Francesca Porta 

La Corte d'assise d'appello del Tribunale di Bologna ha emesso il verdetto. Tanzi: «Porterò per sempre il peso per le sofferenze che ho causato»

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Foto LaPresse

Foto LaPresse

Callisto Tanzi è stato condannato a 17 anni e 10 mesi di carcere. La sentenza della Corte d'assise d'appello di Bologna è stata emessa questa mattina, dopo due settimane di camera di consiglio.

L'ex re del latte, responsabile del crac Parmalat, era già stato condannato in primo grado a 18 anni dai giudici di Parma. Ora ecco il verdetto in secondo grado, che non stupisce Fabio Belloni, l'avvocato di Tanzi: «La sentenza è sostanzialmente in linea con le previsioni che avevamo fatto», ha dichiarato il legale. «Ci aspettavamo però una revisione più sostanziosa della pena, faremo ricorso in Cassazione».

Callisto Tanzi non ha rilasciato dichiarazioni, ma lo scorso 26 marzo, nell'aula del Tribunale di Bologna, aveva detto: «Porterò per sempre il peso indelebile per le sofferenze causate a quanti per colpa mia hanno subito danni».

L'ex patron della Parmalat, che oggi ha 73 anni, era stato arrestato nel 2003 e da allora ha fatto la spola tra il carcere e l'Ospedale maggiore di Parma. I suoi legali lottano da mesi per ottenere gli arresti domiciliari, ma su questo punto il Tribunale si pronuncerà solo il mese prossimo.

Insieme a Tanzi, la Corte d'assise d'appello ha condannato anche Fausto Tonna, ex direttore della Parmalat, a 10 anni di carcere.

 

Commenti dal canale

TAG CLOUD