Belsito ai pm: «Sulle spese della famiglia Bossi era informato»

di Francesca Porta 

L'ex tesoriere della Lega Nord avrebbe detto ai magistrati di aver tenuto il Senatur al corrente delle spese più cospicue

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Francesco Belsito - Foto LaPresse

Francesco Belsito - Foto LaPresse

Francesco Belsito avrebbe informato direttamente Umberto Bossi sulle spese «più significative» effettuate dai familiari del Senatur e pagate con i soldi della Lega Nord.

Ad affermarlo è stato proprio l'ex tesoriere del Carroccio, indagato dalle procure di Milano, Napoli e Reggio Calabria per appropriazione indebita e truffa ai danni dello Stato.

Belsito, sospettato di aver distratto dei soldi del partito per coprire le spese personali della famiglia Bossi, avrebbe detto ai magistrati milanesi che l'hanno interrogato lunedì che il Senatur era informato di tutti gli importi significativi versati alla famiglia. Senza, però, entrare nel dettaglio delle spese.

Umberto Bossi, dimessosi dalla carica di segretario della Lega Nord non appena scoppiato lo scandalo giudiziario, ha però più volte dichiarato di non essere a conoscenza di quanto accadeva.

Leggi anche:

>>Belsito riconsegna lingotti e diamanti

>>Lega Nord, la Finanza torna in via Bellerio

>>Espulsi Francesco Belsito e Rosy Mauro

>>Renzo Bossi lascia la Regione Lombardia

>>Umberto Bossi si è dimesso

>>L'inchiesta: «Oltre 200 mila euro per i figli di Bossi»

>>Lega, pm: «Soldi pubblici distratti per sostenere la famiglia Bossi»

 

Commenti dal canale

TAG CLOUD