Emilia, come acquistare il parmigiano della solidarietà

di Francesca Porta 

Continua la campagna della Coldiretti per aiutare le aziende agroalimentari danneggiate dal terremoto

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Foto Getty Images

Foto Getty Images

Il Parmigiano Reggiano, l'aceto balsamico di Modena, il prosciutto di Parma, il Lambrusco: dall'Emilia Romagna partono verso l'Italia e il resto del mondo alcune delle più prestigiose produzioni agroalimentari nazionali. In questa regione si produce oltre il 10% del Pil agricolo di tutto il nostro Paese.

Dopo le violente scosse di terremoto che il 20 e il 29 maggio hanno colpito il modenese (causando 24 morti), questa enorme ricchezza si trova ad affrontare danni di dimensioni colossali. Il sisma ha provocato il crollo di case rurali, stalle e stabilimenti, la distruzione di macchinari agricoli, il danneggiamento di cantine, acetaie e magazzini per la stagionatura del formaggio. Secondo le prime stime, si tratta di un danno da 500 milioni di euro.

Per aiutare la ripresa economica del settore, già dopo il primo sisma, la Coldiretti ha attivato un'e-mail - terremoto@coldiretti.it - a cui ci si può rivolgere per inviare richieste e ordini d'acquisto di parmigiano (ma non solo). Basta scrivere specificando il proprio nome, indirizzo, telefono, prodotto e quantitativo cui si è interessati.

>>Una mail per salvare il parmigiano

Nei giorni scorsi sono state migliaia le e-mail arrivate all'indirizzo della Coldiretti. Se anche voi avete scritto all'indirizzo indicato, ma non avete ancora ricevuto una risposta, dovete solo avere un po' di pazienza. «Le evidenti difficoltà organizzative dovute al sisma rendono in questi giorni particolarmente complicate le forniture e le verifiche sulle disponibilità dei prodotti», si legge infatti sul sito internet della Coldiretti di Modena. 

«Al momento il Parmigiano Reggiano è disponibile in alcuni punti vendita a Modena, ma presto estenderemo l'iniziativa anche in altre città italiane. Sarà necessario qualche giorno prima che sia disponibile un elenco dei caseifici dove acquistare. Nel frattempo scrivete alla mail indicata. Riceverete tutti una risposta. E un ringraziamento per la vostra solidarietà».

Leggi anche:

>>Emilia, la terra continua a tremare

>>Terremoto in Emilia, le vittime sono 17

>>Terremoto, la benzina aumento di 2 centesimi

>>Emilia, la vita dopo il terremoto

>>20 maggio: terremoto in Emilia, 7 morti e migliaia di sfollati

 

Commenti dal canale

TAG CLOUD