Samantha Cristoforetti, la prima donna italiana nello spazio

di Francesca Porta 

L'astronauta milanese partirà nel 2014 sul razzo russo Soyuz. Sarà la prima donna italiana a partire per una missione spaziale

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Samantha Cristoforetti - Foto LaPresse

Samantha Cristoforetti - Foto LaPresse

Da quando era bambina, Samantha Cristoforetti ha sempre avuto un sogno nel cassetto. «Fare una passeggiata nello spazio». Non è certo un obiettivo semplice da raggiungere, soprattutto per una donna, eppure la giovane astronauta milanese ce l'ha (quasi) fatta.

È di oggi, infatti, la notizia che Samantha (35 anni) parteciperà alla missione spaziale Expedition 42/43, della durata di sei mesi. Partirà nel novembre del 2014 dal Cosmodromo di Baikonur (Kazakistan) e, a bordo del razzo russo Soyuz, raggiungerà la Stazione spaziale internazionale. Insieme a lei, secondo l'accordo stretto tra la Nasa e l'agenzia spaziale italiana ASI, partiranno un astronauta americano e uno russo (entrambi non ancora reclutati).

Samantha Cristoforetti sarà la prima donna italiana a volare nello spazio. A vent'anni di distanza dal volo del primo astronauta italiano, Franco Malerba, sono infatti stati sei i nostri concittadini che sono riusciti a raggiungere le stelle: nessuno di loro, però, era una donna.

La prima sarà proprio lei, Samantha, che si è laureata all'Accademia aeronautica di Pozzuoli, si è specializzata alla scuola di volo per piloti militari di Wichita Falls in Texas e per anni ha guidato i caccia AM-X. Negli ultimi anni la Cristoforetti si è addestrata nel campo della cosmonautica, prima al centro base di Colonia e poi alla City Star di Mosca e a Houston.

Il suo è un curriculum impressionante, come ha ricordato anche il presidente dell'ASI Enzo Saggese: «La scelta di Samantha Cristoforetti è avvenuta per le sue caratteristiche personali, professionali e di preparazione». Non è un discorso di «quote rosa».

E questo Samantha lo sa bene. Tanto che dichiara: «Sono contenta e soddisfatta per essere stata assegnata a un volo spaziale e se fossi un uomo avrei le stesse sensazioni, non cambierebbe nulla. Quello delle missioni spaziali è un ambiente altamente professionale».

«Ora posso dare concretezza a tanti anni di addestramento, lavoro e studio», ha continuato la Cristoforetti. «Se posso permettermi di avere ancora un sogno, dopo la grande soddisfazione di essere stata assegnata alla Stazione internazionale, è quella di svolgere un'attività extraveicolare». La passeggiata nello spazio, appunto. Speriamo che anche questo sogno si realizzi.

Leggi anche:

>>Cinque donne che sanno inventare il futuro

 

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    • 8
    • 15
  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    • 3
    • 0
  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    • 3
    • 0
  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    • 6
    • 5

Commenti dal canale

TAG CLOUD