Roma, un uomo protesta sulla cupola di San Pietro

di Francesca Porta 

Marcello Di Finizio, imprenditore triestino, si è arrampicato sul Cupolone per protestare contro la direttiva Bolkenstein

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti

<<>0
1/

Aggiornamento di giovedì 4 ottobre:

Marcello Di Finizio ha messo fine alla sua protesta scendendo dalla cupola della basilica di San Pietro.

In precedenza:

«Help!!! Basta Monti, basta Europa, basta multinazionali. Ci state ammazzando tutti. Sviluppo??? Questa è solo macelleria sociale». È questo ciò che si legge sullo striscione appeso da ieri sera sulla cupola della basilica di San Pietro, a Roma.

A stenderlo sul Cupolone è stato Marcello Di Finizio, un imprenditore triestino che intorno alle ore 17 è entrato in visita nella basilica insieme ai turisti e poi si è calato dal balconcino fino a una sporgenza sopra una delle finestre della cupola. Da quel momento è fermo sulla cupola e minaccia di restarci finché «il governo non si impegna a convocare un tavolo con i rappresentanti dei balneari».

Di Finizio, titolare di un locale sul litorale di Trieste, chiede dunque risposte al governo in merito alla direttiva europea (detta Bolkenstein) che impone di mettere all'asta le concessioni in riva al mare entro il 2015. I ministri Piero Gnudi e Enzo Moavero lo hanno contattato telefonicamente dicendosi disponibili a incontrarlo, ma non è bastato. L'uomo, infatti, è tutt'ora sul Cupolone.

 

Commenti dal canale

TAG CLOUD