Fondi Pdl Lazio, sequestrati i beni di Franco Fiorito

di Francesca Porta 

La magistratura ha disposto il sequestro della villa al Circeo e delle automobili dell'ex capogruppo del Pdl. Bloccati undici conti correnti

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Franco Fiorito - Foto LaPresse

Franco Fiorito - Foto LaPresse

Un milione e 300mila euro. È questo il valore complessivo dei beni sequestrati oggi a Franco Fiorito, l'ex capogruppo del Pdl alla Pisana in carcere con l'accusa di aver utilizzato per fini personali i fondi assegnati al partito dalla Regione Lazio. Un milione e 300mila euro: la stessa cifra che, secondo la Procura di Roma, Fiorito avrebbe sottratto dai fondi regionali in questi anni.

La distrazione dei fondi «risulta contestata e provata», perciò la magistratura ha messo i sigilli alla villa al Circeo di proprietà dell'ex capogruppo, ha sequestrato tre automobili (una Smart, una Bmw e una jeep da 35mila euro acquistata in occasione della grande nevicata di quest'anno a Roma), e ha bloccato undici conti correnti (sette italiani e quattro spagnoli).

Nel decreto di sequestro dei beni è stato stabilito che le tre auto siano affidate alla Guardia di Finanza per attività di polizia giudiziaria. Il denaro presente sui conti correnti, invece, sarà trasferito al Fondo Unico per la Giustizia.

Intanto, è stata fissata per martedì 9 ottobre l'udienza del Riesame sul ricorso presentato dai difensori di Fiorito contro l'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Stefano Aprile. L'intenzione dei suoi avvocati difensori, Carlo Taormina ed Enrico Pavia, è quella di eccepire l'insussistenza del reato di peculato, ritenendo che, eventualmente, dovrebbe essere contestata l'appropriazione indebita.

Leggi anche:

>>Fondi Pdl, arrestato Franco Fiorito

>>Regione Lazio, Renata Polverini si è dimessa

 

Commenti dal canale

TAG CLOUD