Lazio, Zingaretti si candida: «È emergenza democratica»

di Francesca Porta 

Il presidente della Provincia di Roma ha accettato la richiesta del Pd e degli altri partiti di coalizione e sfiderà il centrodestra alle prossime elezioni regionali

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Nicola Zingaretti - Foto LaPresse

Nicola Zingaretti - Foto LaPresse

Tagliare gli sprechi. Secondo Nicola Zingaretti, presidente della Provincia di Roma, dev'essere questo l'obiettivo primario del prossimo governatore della Regione Lazio. E non si tratta semplicemente di un consiglio, ma di una proposta precisa: oggi pomeriggio, infatti, al Barcelò Aran Hotel di via Mantegna, Zingaretti ha annunciato la sua candidatura alla Regione Lazio per il centrosinistra.

«In Lazio c'è ormai un'emergenza democratica», ha dichiarato Zingaretti. «Servono una rivoluzione della trasparenza, partecipazione, pulizia, rigore nella gestione della cosa pubblica. Una rivoluzione che cambi tutto. Non si tratta di vincere le elezioni, ma di rifondare l'istituto regionale».

Il presidente della Provincia si è poi detto «disponibile» ad accettare le primarie, se la squadra le chiederà, e ha promesso di guidare «una coalizione laica, alternativa e libera, con forte profilo civico e fatta di partiti, associazioni e movimenti. Prometto rigore e sobrietà da me stesso, dai miei collaboratori, dalla squadra e dalla coalizione», ha poi concluso Zingaretti. «Spero che si voti al più presto».

Nicola Zingaretti ha subito incassato l'approvazione del segretario del Partito Democratico Pierluigi Bersani: «La proposta di candidare Zingaretti e il fatto stesso che l'abbia lanciata il segretario regionale del Pd, Enrico Gasbarra, è il modo più concreto di testimoniare come la politica possa promuovere il rinnovamento, garantendo capacità ed esperienza per la guida delle istituzioni».

Leggi anche:

>>Regione Lazio, Renata Polverini si è dimessa

>>Fondi Pdl, arrestato Franco Fiorito

 

Commenti dal canale

TAG CLOUD