Chiesti 20 mesi per Vendola. «Se condannato lascio la politica»

di Francesca Porta 

Il governatore della Puglia è imputato per abuso d'ufficio in concorso con Lea Cosentino. L'inchiesta riguarda la nomina di un primario all'ospedale San Paolo

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Il governatore della Regione Puglia Nichi Vendola - Foto Getty
Images

Il governatore della Regione Puglia Nichi Vendola - Foto Getty Images

Un anno e otto mesi. È questa la condanna richiesta dalla Procura per il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, imputato per abuso d'ufficio in concorso con l'ex direttore generale della Asl di Bari Lea Cosentino.

Il processo, la cui udienza preliminare si è svolta questa mattina, è relativo alla selezione per un posto da primario di chirurgia toracica all'ospedale San Paolo di Bari nel periodo compreso tra il settembre 2008 e l'aprile 2009. In pratica, l'accusa sostiene che Vendola avrebbe convinto l'ex dg Lea Cosentino a riaprire i termini per la presentazione delle domande per accedere al concorso, con l'obiettivo di assicurare la vittoria a Paolo Sardelli (che ha effettivamente ottenuto il posto).

Nell'udienza del 27 settembre, Nichi Vendola aveva dichiarato la sua innocenza e chiesto ai giudici di essere processato con rito abbreviato. La sentenza, dunque, è prevista già per mercoledì prossimo, il 31 ottobre.

Intanto, il governatore ha fatto sapere che, in caso di condanna, si ritirerebbe dalla vita pubblica. «Aspetto con assoluta serenità la sentenza», ha dichiarato Vendola. «È del tutto ovvio che una sentenza di condanna, sia pure relativa a un concorso in abuso d'ufficio, sarebbe per me un punto di non ritorno, segnerebbe il mio congedo dalla vita pubblica. Ma una sentenza ispirata a verità e giustizia credo che restituirà a me ciò che mi è dovuto, cioè la mia totale innocenza».

Leggi anche:

>>Nichi Vendola ndagato per abuso d'ufficio

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

TAG CLOUD