Mediaset, Berlusconi condannato per frode fiscale

di Francesca Porta 

L'ex premier era imputato per frode fiscale nel processo sulle presunte irregolarità nella compravendita dei diritti tv

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Silvio Berlusconi - Foto Getty Images

Silvio Berlusconi - Foto Getty Images

Quattro anni di reclusione (che con l'indulto calano a uno) e cinque anni di interdizione dai pubblici uffici. È questa la condanna inflitta a Silvio Berlusconi dai giudici di Milano nell'ambito del processo sulle presunte irregolarità nella compravendita dei diritti tv Mediaset. L'ex premier, giudicato colpevole di frode fiscale, dovrà anche risarcire 10 milioni di euro all'Agenzia delle entrate, in solido insieme agli altri condannati. La condanna diventerà esecutiva solo quando la sentenza passerà in giudicato.

Insieme al Cavaliere, è stato condannato (a tre anni di reclusione) anche Frank Agrama, il produttore statunitense indicato dalla Procura di Milano come il "socio occulto" di Berlusconi nella compravendita dei diritti televisivi e cinematografici all'estero. Assolto, invece, il presidente di Mediaset Fedele Confalonieri.

Si chiude così il primo grado di giudizio di un processo durato quasi sei anni. Secondo l'accusa, gli imputati avrebbero acquistato i diritti dei film statunitensi attraverso una serie di intermediari e società di comodo invece che direttamente dalle major cinematografiche. Questo sistema avrebbe permesso di gonfiare i pagamenti e frodare il fisco. «I diritti erano oggetto di passaggi di mano e di maggiorazioni ingiustificate» - hanno dichiarato i giudici durante la lettura della sentenza - «passaggi privi di funzione commerciale. Servivano solo a far lievitare il prezzo».

La difesa di Silvio Berlusconi non ha ancora commentato il verdetto: «Non rilascio dichiarazioni, prima voglio leggere le motivazioni», ha detto l'avvocato Niccolò Ghedini all'uscita dal Tribunale. Il segretario del Pdl Angelino Alfano, invece, ha parlato di «ennesima prova di un accanimento giudiziario nei confronti di Berlusconi. Siamo certi che i prossimi gradi di giudizio gli daranno ragione».

«Ero certo di essere assolto da una accusa totalmente fuori dalla realtà», ha commentato Silvio Berlusconi ai microfoni di Studio Aperto. «È una condanna politica incredibile e intollerabile. Non si può andare avanti così. È la conferma di un vero e proprio accanimento giudiziario. Certamente non si può andare avanti così. Si deve fare qualcosa. Con certi giudici un Paese diventa incivile, barbaro, invivibile e cessa di essere una democrazia. Dispiace ma è così».

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

TAG CLOUD