Province, il Cdm approva la riforma. Ecco cosa cambierà

di Francesca Porta 

Tagliati 35 enti, le Province italiane diventano 51. Ecco tutte le novità

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Il ministro dell'Interno Anna Maria Cancellieri e il ministro
della Funzione Pubblica Filippo Patroni Griffi hanno annunciato il
decreto legge di riforma delle Province - Foto AP/LaPresse

Il ministro dell'Interno Anna Maria Cancellieri e il ministro della Funzione Pubblica Filippo Patroni Griffi hanno annunciato il decreto legge di riforma delle Province - Foto AP/LaPresse

A partire dal 1° gennaio 2014, l'Italia avrà 51 Province. Con il decreto legge approvato il 31 ottobre dal Consiglio dei Ministri, infatti, vengono tagliati 35 degli 86 enti provinciali italiani oggi esistenti.

«La riforma è di tipo ordinamentale e strutturale, nella logica avviata dalla spending review», ha spiegato il ministro della Funzione Pubblica Filippo Patroni Griffi. Cambieranno, quindi, anche i vertici. «Da gennaio e coerentemente con la governance, verranno meno le giunte provinciali», ha continuato il ministro. «Nella fase di transizione sarà possibile per il presidente delegare non più di tre consiglieri».

Ecco come cambierà la cartina delle Province italiane.

Piemonte: su otto Province attuali, rimangono in vita Torino (che diventa città metropolitana) e Cuneo. Alessandria e Asti diventano una sola Provincia, così come sono accorpate Vercelli e Biella, Verbano-Cusio e Novara. Per un totale, dunque, di cinque Province.

Lombardia: rimangono Milano (che diventa città metropolitana inglobando Monza-Brianza), Brescia, Sondrio, Bergamo e Pavia. Accorpate Como, Varese e Lecco; Lodi, Mantova e Cremona. In totale si passerebbe da dodici a sette Province.

Veneto: rimangono in vita Venezia (città metropolitana), Belluno e Vicenza. Accorpamento per Rovigo e Verona e per Padova e Treviso. Per un totale di cinque Province (invece di sette).

Liguria: salve Genova (che diventa città metropolitana) e La Spezia. Accorpate in una sola Provincia Savona e Imperia. La Liguria passa così da quattro a tre Province.

Emilia Romagna: restano invariate Bologna (città metropolitana) e Ferrara. Vengono invece accorpate Modena e Reggio Emilia, Parma e Piacenza, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini. Da nove Province, si passa a cinque.

Toscana: Firenze diventa città metropolitana inglobando Pistoia e Prato. Grosseto è accorpata con Siena; Lucca con Massa Carrara, Pisa e Livorno. Da dieci Province si passa a quattro.

Umbria: da due Province si passa a una, accorpando Perugia e Terni.

Marche: si salvano Ancona e Pesaro e Urbino. Accorpate, invece, Ascoli Piceno, Macerata e Fermo. Per un totale di tre province (invece di cinque).

Lazio: Roma diventa città metropolitana. Frosinone e Latina vengono accorpate, così come Rieti e Viterbo. Da cinque Province a tre.

Abruzzo: vengono accorpate L'Aquila e Teramo, Pescara e Chieti. Da quattro Province a due.

Molise: accorpate in una sola Provincia Campobasso e Isernia.

Campania: salve Napoli (città metropolitana), Salerno e Caserta. Vengono invece accorpate Avellino e Benevento. Da cinque Province, si passa dunque a quattro.

Basilicata: vengono accorpate in una sola Provincia Potenza e Matera.

Puglia: da sei Province si passerebbe a quattro. Invariate Bari (città metropolitana) e Lecce; accorpate Foggia e Barletta-Andria-Trani, Taranto e Brindisi.

Calabria: Reggio Calabria diventa città metropolitana. Accorpate Crotone, Catanzaro e Vibo Valentia. Si salva Cosenza. Da cinque a tre Province.

Regioni a Statuto speciale: la Sardegna ha già deciso di passare da otto a quattro Province: rimarranno in vita Cagliari, Sassari, Nuoro e Oristano. Val D'Aosta, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia e Sicilia avranno sei mesi di tempo per adeguarsi alle regole nazionali.

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

TAG CLOUD