Lacrimogeni dal ministero: Severino avvia un'indagine

di Francesca Porta 

Il lancio dei lacrimogeni è stato ripreso in un video di Repubblica.it. Il questore di Roma: «Erano nostri, siamo stati aggrediti»

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Il ministro della Giustizia Paola Severino - Foto
AP/LaPresse

Il ministro della Giustizia Paola Severino - Foto AP/LaPresse

«Inquietudine e preoccupazione». Sono queste le parole usate dal ministro della Giustizia Paola Severino per descrivere il suo stato d'animo di fronte a un video (pubblicato in esclusiva su Repubblica.it) che ritrae il lancio di lacrimogeni dal palazzo del ministero durante lo sciopero generale di mercoledì scorso. «Inquietudine», «preoccupazione» e l'intenzione di svolgere «un'indagine rigorosa».

Gli accertamenti sono già iniziati. Il video mostra la facciata del palazzo del ministero della Giustizia in via Arenula e, in strada, una folla di studenti e manifestanti. A un certo punto si vedono partire dall'alto dei lacrimogeni che cadono sulle persone in corteo. La prima domanda è: chi ha lanciato i lacrimogeni dalla sede del ministero?

Dopo le prime verifiche è stato reso noto sal ministro Severino che «il reparto di polizia penitenziaria di via Arenula non ha in dotazione lacrimogeni a strappo, come quelli che sembrerebbero essere stati lanciati dal ministero». Per ammissione dello stesso questore di Roma Fulvio Della Rocca, la responsabilità è degli agenti della polizia di Stato: «I lacrimogeni sono stati lanciati da agenti della polizia: sono stati sparati "a parabola" non diretti sui manifestanti. La traiettoria è stata deviata perché hanno urtato sull'edificio».

La seconda domanda è: perché sono stati lanciati dei lacrimogeni? Secondo Della Rocca, «se a un certo punto veniamo aggrediti militarmente con un attacco a testuggine, è chiaro che dobbiamo reagire, perché siamo qui anche per questo: per tutelare la legge, questo è il nostro compito. Questo stesso sistema di azione è stato messo in atto in altre città, quindi probabilmente c'è una regia in tutto questo».

La vicenda è ovviamente poco chiara. Per questo Paola Severino ha già ordinato l'avvio di un'indagine per verificare i fatti: «Dato la grandezza dell'edificio e le molteplici ipotesi in campo» - ha detto il ministro Severino - «non sarà un'indagine che si concluderà ad horas, ma sarà appagante per quanto riguarda la ricostruzione dei fatti».

Intanto, la Procura di Roma ha annunciato l'avvio di un'indagine su eventuali eccessi di comportamento degli agenti di polizia nei confronti di alcuni manifestanti. Al vaglio degli inquirenti finiranno filmati e foto che ritraggono diversi momenti del corteo, soprattutto durante le cariche e gli scontri sul Lungotevere.

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

TAG CLOUD