Taranto, l'Ilva annuncia la chiusura degli stabilimenti

di Francesca Porta 

La comunicazione dell'azienda arriva dopo sette nuovi arresti e il sequestro dei prodotti finiti e semilavorati destinati alla vendita

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Foto LaPresse

Foto LaPresse

Aggiornamento delle ore 18.45:

L'Ilva ha annunciato la chiusura dell'area a freddo dello stabilimento di Taranto. La decisione è stata motivata dall'azienda con il sequestro della produzione disposto oggi dalla magistratura che, si legge in una nota, «comporterà in modo immediato e ineluttabile l'impossibilità di commercializzare i prodotti e, per conseguenza, la cessazione di ogni attività nonché la chiusura dello stabilimento di Taranto e di tutti gli stabilimenti del gruppo che dipendono, per la propria attività, dalle forniture dello stabilimento di Taranto».

La decisione dell'Ilva riguarda circa 5000 operai, che potrebbero essere costretti a rimanere a casa in ferie forzate. «Noi invitiamo i lavoratori che devono finire il turno a rimanere al loro posto e a quelli che montando domani mattina di presentarsi regolarmente», ha detto Donato Stefanelli, segretario della Fiom Cgil di Taranto. «Questo atteggiamento ricattatorio non esiste. Abbiamo chiesto cosa significa sul piano lavorativo, ma non lo sanno nemmeno loro. È un'azienda allo sbando e l'unica cosa che sa fare è mettere in atto una rappresaglia. Hanno subito stamattina i provvedimenti giudiziari e ora scaricano tutto sui lavoratori

In precedenza:

Una nuova inchiesta si è appena abbattutta sull'Ilva di Taranto. Dopo le indagini che hanno portato al sequestro di sei reparti dell'acciaieria e a otto arresti domiciliari, oggi i gip Patrizia Todisco e Vilma Grilli hanno firmato nuove ordinanze di custodia cautelare.

In tutto le persone interessate dai provvedimenti sono sette. Tra loro figurano il patron dell'Ilva Emilio Riva (86 anni, già agli arresti domiciliari per la prima inchiesta), l'ex direttore dello stabilimento Luigi Capogrosso e l'ex dirigente Girolamo Archinà . Sia per Capogrosso che per Archinà è stata disposta la detenzione in carcere, così come per il vicepresidente di Riva Group Fabio Riva (figlio di Emilio) che per ora risulta irreperibile.

Ai domiciliari, invece, l'ex rettore del Politecnico di Taranto Lorenzo Liberti, l'ex assessore all'Ambiente della Provincia di Taranto Michele Conserva e l'ingegnere Carmelo Delli Santi. I destinatari delle ordinanze sono accusati a vario titolo di associazione per delinquere, disastro ambientale e concussione.

Nell'ambito di questa nuova inchiesta, denominata «Environment Sold Out» («ambiente svenduto»), risultano indagati anche il presidente dell'Ilva Bruno Ferrante e il nuovo direttore dello stabilimento (a entrambi è stata notificata un'informazione di garanzia).

Insieme agli arresti, inoltre, è stato disposto ed eseguito il sequestro preventivo dei prodotti finiti e semilavorati destinati alla vendita e al trasferimento negli altri stabilimenti del gruppo Riva. Secondo quanto riportato dalle agenzie di stampa, la misura sarebbe stata adottata dopo che l'Ilva avrebbe violato le prescrizioni del sequestro sugli impianti dell'area a caldo.

«Mi auguro che questa iniziativa non sia conflittuale con l'Autorizzazione integrata ambientale (Aia), che è l'unico strumento che oggi abbiamo a disposizione per risanare lo stabilimento di Taranto», ha detto il ministro dell'Ambiente Corrado Clini commentando i nuovi provvedimenti d'arresto.

Leggi anche:

>>Ilva, in aumento tumori e mortalità

>>Ilva, il Riesame: «Inquinare fu una scelta della proprietà»

>>Taranto: Ilva sotto sequestro, ecco cosa sta succedendo

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

TAG CLOUD