Primarie centrosinistra, è polemica sulle regole del ballottaggio

di Francesca Porta 

Il regolamento ammette al voto solo chi ha partecipato al primo turno o chi è in grado di giustificare la mancata registrazione. Renzi vorrebbe aprire i seggi a tutti

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Il secondo turno delle primarie del centrosinistra è in
programma per domenica 2 dicembre - Foto AP/LaPresse

Il secondo turno delle primarie del centrosinistra è in programma per domenica 2 dicembre - Foto AP/LaPresse

Chi potrà votare al ballottaggio delle primarie del centrosinistra? La domanda è semplice, ma la risposta è alquanto complicata. Tanto complicata da essere oggetto, in questi giorni, di numerose polemiche dentro e fuori il Partito Democratico.

Secondo il regolamento delle primarie, potranno votare «tutti coloro che hanno partecipato alle primarie» e «coloro che dichiarino di essersi trovati, per cause indipendenti dalla loro volontà, nell'impossibilità di registrarsi all'Albo degli elettori entro la data del 25 novembre e che, in due giorni compresi tra il 27/11 e l'1/12 (stabiliti dal Coordinamento nazionale) sottoscrivano l'Appello pubblico e si iscrivano all'Albo degli elettori».

Chi non si è registrato entro il 25 novembre, dunque, può partecipare al ballottaggio solo se è stato impossibilitato a iscriversi al voto per cause indipendenti alla sua volontà . Come dimostrarlo? «Non chiederemo certo il certificato medico» - ha detto il presidente dei garanti Luigi Berlinguer - «ma la causa della mancata registrazione dovrà essere valutata. L'aspirante elettore andrà nell'ufficio e il collegio della commissione elettorale si pronuncerà sulla base dell'attendibilità delle motivazione».

«Ma cos'è, il comitato per la salute pubblica di Robespierre? Si deve portare la giustificazione firmata dai genitori?», ha sbottato Lorenza Bonaccorsi, coordinatore del comitato laziale per Matteo Renzi. In questi giorni, infatti, il sindaco di Firenze si sta opponendo con tutte le sue forze a questa regola: «Spero che prevalga il buon senso e si consenta a tutti di preregistrarsi fino a domenica», ha detto Renzi. «La giustificazione non la deve dare chi vuole andare a votare, la devono dare i politici che da vent'anni stanno nei palazzi, la deve dare chi è stato al governo».

Renzi vorrebbe dunque aprire a tutti la possibilità di partecipare al ballottaggio. Cambiare le regole. «Era tutto già scritto nel regolamento», ha replicato Nico Stampo, responsabile delle primarie. «Le regole ci sono da tempo, i renziani se le leggano». Il commento di Pierluigi Bersani sulla vicenda è lapidario: «Le primarie sono aperte, ma non sono un porto di mare».

Leggi anche:

>>Primarie centrosinistra, Bersani e Renzi al ballottaggio

DA STYLE.IT

  • News

    Elezioni Regionali, come e quando si vota?

    Elezioni Regionali, come e quando si vota?

  • News

    Sergio Mattarella si taglia lo stipendio

    Il presidente della Repubblica ha rinunciato a una parte cospicua del suo stipendio

  • News

    Giorgio Napolitano si è dimesso. Toto Quirinale al via, voi chi votate?

    Giorgio Napolitano si è dimesso. Toto Quirinale al via, voi chi votate?

  • News

    Il Times incorona Angela Merkel donna dell'anno

    Angela Merkel è la donna del 2014 secondo il Times

TAG CLOUD