Ilva, riprese le ricerche dell'operaio disperso

di Francesca Porta 

La tromba d'aria che ieri ha colpito Taranto ha fatto cadere in mare un gruista di 29 anni e ha causato danni per decine di milioni di euro

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Mercoledì 28 novembre una tromba d'aria ha colpito l'Ilva di
Taranto - Foto AP/LaPresse

Mercoledì 28 novembre una tromba d'aria ha colpito l'Ilva di Taranto - Foto AP/LaPresse

Aggiornamento di venerdì 30 novembre:

È stato ritrovato in mare il corpo di Francesco Zaccaria, l'operai disperso durante la tromba d'aria che mercoledì 28 novembre ha colpito l'Ilva di Taranto.

In precedenza:

Come se non bastassero i guai quotidiani, ieri l'Ilva di Taranto è stata travolta da una tromba d'aria che ha causato oltre una ventina di feriti lievi e danni ingentissimi agli impianti. Un operaio di 29 anni, Francesco Zaccaria, è disperso. Il giovane si trovava su una gru nel porto merci dell'acciaieria, quando il tornado lo ha scaraventato in mare insieme al mezzo che stava manovrando.

Dopo essersi fermati nelle ore notturne, stamattina i sommozzatori hanno ripreso le ricerche del ragazzo. Al momento, però non è stata ritrovata nemmeno la cabina della gru. «Siamo sconvolti e disperati per il nostro collega, di cui ancora non si hanno notizie», ha detto questa mattina un operaio dell'Ilva. «Stiamo male, il nostro pensiero va alla sua famiglia».

Mentre continuano (sempre più invano) le ricerche di Zaccaria, all'interno dell'Ilva si contano i danni provocati dalla tromba d'aria e dai fulmini. Secondo una prima stima non ufficiale, i danni ammontano a decine di milioni di euro. Sono ancora in corso le verifiche di agibilità degli impianti, che gradualmente stanno ripartendo. L'azienda ha dichiarato che già da ieri l'intero stabilimento è in condizioni di sicurezza.

Ma, ovviamente, i lavoratori sono ancora in agitazione. Non tanto per la tromba d'aria, quanto per la bufera giudiziaria che si è abbattuta sull'acciaieria. Dopo gli ultimi provvedimenti del gip di Taranto, che hanno portato a nuovi arresti e al sequestro dei prodotti finiti e semilavorati, è stata chiusa l'area a freddo dello stabilimento e oltre cinquemila dipendenti sono in ferie forzate.

Stamattina è iniziato uno sciopero, proclamato dall'Usb, che durerà almeno 24 ore. Nel frattempo, i segretari territoriali di Fim, Fiom e Uil (insieme ai delegati di fabbrica) sono a Roma per partecipare al vertice tra Governo, sindacati e parti sociali convocato a Palazzo Chigi. Secondo quanto riportato dalle agenzie di stampa, durante l'incontro il Governo dovrebbe illustrare la bozza del decreto legge che consentirà all'Ilva di continuare a produrre.

Leggi anche:

>>Tromba d'aria su Taranto, crolli e feriti all'Ilva

>>Ilva, operai in sciopero contro la chiusura

>>Ilva, sette arresti a Taranto. L'azienda annuncia la chiusura

>>Ilva, in aumento tumori e mortalità

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio