Processo Scazzi, Michele Misseri si accusa: «Ho ucciso io Sarah»

di Francesca Porta 

Durante la trentesima udienza del processo, lo zio di Sarah si dichiara colpevole dell'omicidio. Il suo avvocato lascia l'incarico

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Michele Misseri, zio di Sarah Scazzi - Foto AP/LaPresse

Michele Misseri, zio di Sarah Scazzi - Foto AP/LaPresse

«Ho ucciso io Sarah». A due anni di distanza dall'omicidio della quindicenne di Avetrana, Michele Misseri ha confessato il delitto di fronte alla Corte d'Assise di Taranto. Chiamato a testimoniare dalla difesa di sua figlia Sabrina e della moglie Cosima Serrano (imputate per l'omicidio), lo zio di Sarah è scoppiato in lacrime e ha dichiarato: «Non è stata Sabrina a uccidere Sarah».

Alla domanda dell'avvocato difensore di Sabrina «è stato lei a provocare la morte di Sarah?», Misseri ha risposto: «Sì, sono stato io. Questo rimorso non lo posso più portare dentro di me». Il contadino di Avetrana è tornato dunque a ribadire la sua colpevolezza, come fatto subito dopo l'omicidio di Sarah Scazzi e negli ultimi mesi. Gli inquirenti, però, sono propensi a credere che Misseri (accusato "solo" di concorso in soppressione di cadavere) si stia autoaccusando nel tentativo di scagionare la figlia e la moglie.

Dopo essersi autoaccusato, Misseri ha cercato di raccontare quanto accaduto nel garage della sua villetta il giorno della morte della nipote, il 26 agosto 2010: «Non ho visto scendere Sarah, era dietro di me. Mi ha detto: "Zio, perché stai gridando?". Le ho detto: "Vattene". Non ho capito cosa voleva da me, mi stava dando fastidio. Insisteva, allora io l'ho spostata, lei mi ha tirato un calcio e io allora ho preso un pezzo di corda e l'ho stretta. Non so nemmeno quanto è durato. Lei si è accasciata ed è caduta su un compressore, che è stato prelevato dagli inquirenti dopo tanti mesi».

A quel punto il suo avvocato, Armando Amendolito, ha deciso di abbandonare l'incarico. «Non c'è aderenza tra la linea di difesa e queste dichiarazioni», ha detto il legale. Il processo è stato dunque sospeso per un paio d'ore, permettendo così la nomina di un nuovo avvocato d'ufficio, Luca Latanza. Dall'inizio delle indagini sono già quattro gli avvocati difensori di Michele Misseri che hanno rimesso il mandato.

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

TAG CLOUD