Berlusconi a Renzi:
«La porta è aperta».
Il sindaco: «Chiudila»

di Francesca Porta 

L'ex premier si è detto pronto ad accogliere Matteo Renzi. Ma il sindaco del Pd non ci sta: «Le cose si possono comprare, le persone no. Non tutte almeno»

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Silvio Berlusconi e Matteo Renzi - Foto AP/LaPresse

Silvio Berlusconi e Matteo Renzi - Foto AP/LaPresse

«Se Renzi volesse venire con noi, sappia che ai liberali tengo sempre la porta aperta». A pochi giorni di distanza dall'annuncio ufficiale della sua ridiscesa in campo, Silvio Berlusconi ha iniziato i corteggiamenti politici.

Innanzitutto, il Cavaliere ha allungato una mano verso la Lega Nord : «L'alleanza non è mai venuta meno, abbiamo deciso di sederci a un tavolo per affrontare il problema a livello nazionale e poi penseremo a quello lombardo, ma non vedo possibilità di contrasti». Ma alcuni importanti esponenti del Carroccio non sono d'accordo: «Fino a prova contraria la Lega va da sola alle prossime elezioni politiche», ha detto il governatore del Veneto Luca Zaia.

Contemporaneamente Berlusconi ha sporto l'altra mano verso Matteo Renzi. Anche il giovane sindaco, sconfitto da Pierluigi Bersani nelle primarie del centrosinistra, ha però risposto picche: «Caro presidente Berlusconi, te l'ho già detto due volte di persona», ha scritto Renzi sulla sua pagina Facebook. «Le cose si possono comprare, le persone no. Non tutte almeno. Io no. Se hai lasciato le porte aperte per me, accetta un consiglio: chiudile! Non servono. Ciao».

Il Cavaliere dovrà dunque rivolgersi altrove per trovare degli alleati. Anche se, come ha detto ieri ad alcuni giornalisti che lo attendevano fuori da una pizzeria milanese, l'ex premier confida soprattutto «nel buon senso degli italiani, cui cercherò di spiegare, andando nel prossimo mese in tv, che il voto frammentato rende il Paese ingovernabile».

«Per quanto mi riguarda» - ha poi aggiunto Berlusconi - «ho alle mie spalle naturalmente quasi vent'anni di leadership, dieci anni di governo e poi una carriera imprenditoriale che mi porta a essere considerato dagli italiani un conducator di cui fidarsi». Basterà per vincere le elezioni? Non dovremo aspettare molto per saperlo: i seggi potrebbero aprirsi già il 10 (al più tardi il 24) febbraio.

Leggi anche:

>>La borsa crolla, lo spread sale

>>Monti a Napolitano: «Mi dimetto»

>>Alfano annuncia la candidatura di Berlusconi

DA STYLE.IT

  • News

    Elezioni Regionali, come e quando si vota?

    Elezioni Regionali, come e quando si vota?

  • News

    Sergio Mattarella si taglia lo stipendio

    Il presidente della Repubblica ha rinunciato a una parte cospicua del suo stipendio

  • News

    Giorgio Napolitano si è dimesso. Toto Quirinale al via, voi chi votate?

    Giorgio Napolitano si è dimesso. Toto Quirinale al via, voi chi votate?

  • News

    Il Times incorona Angela Merkel donna dell'anno

    Angela Merkel è la donna del 2014 secondo il Times