Addio a Rita Levi Montalcini

di staff Style.it 

La scienziata italiana, premio Nobel per la medicina nel 1986, è morta nella sua casa di Roma. Aveva 103 anni


Rita Levi Montalcini - Foto Corbis

Rita Levi Montalcini - Foto Corbis

Domenica 30 dicembre è morta, nella sua casa di Roma, Rita Levi Montalcini. Premio Nobel per la medicina nel 1986, senatrice a vita dal 2001, la scienziata aveva compiuto 103 anni lo scorso 22 aprile.

Rita Levi Montalcini era nata a Torino nel 1909, insieme alla gemella Paola (pittrice, scomparsa nel 2000). Nonostante la convinzione paterna - all'epoca decisamente diffusa - che una carriera fosse incompatibile con i doveri femminili di accudimento familiare, Levi Montalcini si laureò in Medicina e Chirurgia all'Università di Torino nel 1936, per poi specializzarsi in psichiatria e neurologia.

Trasferitasi nel 1947 alla Washington University di St. Louis, Missouri, negli anni Cinquanta, grazie ai suoi studi sugli embrioni di pollo, ipotizzò e poi identificò la presenza di un fattore di accrescimento della fibra nervosa o NGF (Nerve Growth Factor).

La ricerca si rivelò fondamentale per comprendere il processo di crescita cellulare, e permise di avviare nuovi studi per la cura delle malattie degenerative, come l'Alzheimer e il Parkinson, e individuare altri fattori di crescita nello sviluppo delle cellule tumorali.

«La scoperta dell'NGF è un esempio affascinante di come un osservatore acuto possa estrarre ipotesi valide da un apparente caos» - si legge nelle motivazioni dell'Accademia reale svedese delle scienze per l'assegnazione alla scienziata del Nobel per la medicina, nel 1986. Una parte del premio venne impiegata per la costruzione di una nuova sinagoga a Roma.

Sebbene non si fosse mai riconosciuta nel movimento femminista, Rita Levi Montalcini sosteneva che «il capitale umano è ugualmente distribuito tra uomini e donne, oggi dobbiamo dare a queste le stesse possibilità degli uomini». Nella presentazione del progetto Un futuro alle donne africane - una delle iniziative della Fondazione Rita Levi Montalcini, costituita nel 1992 insieme alla sorella Paola con lo scopo di favorire l'orientamento al lavoro e allo studio - scriveva infatti: «Sono convinta che aiutando le donne nel raggiungimento di questo diritto, si possa guardare alla libertà di crescita e di sviluppo degli individui della propria società di appartenenza e di quella globale»

Nel 2001 è stata nominata senatrice a vita dal presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.

I funerali si terranno a Torino in forma privata. La famiglia ha però reso pubblico il testamento della professoressa Montalcini: l'intero patrimonio sarà devoluto alla ricerca scientifica.

 

> Rita Levi Montalcini: «Fate quello che volete. Ma con impegno»

> 100 anni di futuro - Wired.it

DA STYLE.IT

  • News

    Addio allo stilista Elio Fiorucci

    E' morto il grande stilista Elio Fiorucci

  • Cucina

    Aperitivo con i bambini

    Cibo semplice nel gusto e colorato nella veste. Per un happy hour versione junior!

  • News

    Addio a Laura Antonelli

    E' morta l'attrice Laura Antonelli, aveva 74 anni

  • News

    E' morto B.B.King

    E' morto a Las Vegas B.B.King

TAG CLOUD