Parolisi, Melania Rea uccisa per un rapporto negato

di Margot  Silva 

È questa la motivazione della sentenza del Gup del Tribunale di Teramo, Marina Tommolini, con cui il caporalmaggiore Salvatore Parolisi è stato condannato all'ergastolo. Per il magistrato si è trattato di un delitto d'impeto

Margot  Silva

Margot  Silva

ContributorLeggi tutti


Foto: LaPresse

Foto: LaPresse

Un rapporto sessuale negato. Sarebbe questa la causa delle furia omicida di Salvatore Parolisi che, il 18 aprile 2011 in un boschetto a Ripe di Civitella, in provincia di Teramo, uccise con 35 coltellate la moglie Melania Rea. Questa la motivazione della sentenza con cui il Gup del Tribunale di Teramo, Marina Tommolini, ha condannato all'ergastolo Parolisi.

Secondo il giudice, il caporalmaggiore si sarebbe avvicinato per fare sesso, ma il rifiuto della moglie e le parole umilianti avrebbero scatenato in lui il raptus omicida. Un delitto non premeditato, quindi, ma maturato da una situazione di frustrazione nei confronti della figura psicologicamente dominante che Melania ricopriva all'interno della coppia. Nessun tradimento, nessuna bugia né presunti segreti in caserma, come sostenuto dalla Procura, ma la rabbia e l'umiliazione di un rapporto sessuale negato.

Nella sentenza, il Gup Tommolini, spiega che Parolisi, nel tentativo di scagionarsi, ha fornito con interviste e dichiarazioni «una mole di menzogne che, inconsapevolmente, hanno costituito una sorta di confessione». Per il momento non è arrivato nessun commento da parte della difesa, che si riserva di leggere con attenzione la sentenza. Per i legali di Parolisi sembra però certo il ricorso in appello.

Leggi anche:

>> Parolisi condannato all'ergastolo per l'omicidio di Melania Rea

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

TAG CLOUD