Ustica, lo Stato condannato a risarcire i familiari delle vittime

di Francesca Porta 

La Cassazione ha giudicato «abbondantemente e congruamente motivata la tesi del missile» e ha condannato i Ministeri della Difesa e dei Trasporti per «non aver garantito la sicurezza dei cieli»

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


I resti del DC9 Itavia - Foto Corbis Images

I resti del DC9 Itavia - Foto Corbis Images

Era il 27 giugno del 1980 quando l'aereo DC9 Itavia si squarciò in volo e scomparve nelle acque del Mediterraneo, tra le isole di Ustica e Ponza, causando la morte di 81 persone. Oggi, a 33 anni di distanza, è stata emessa la prima sentenza definitiva di condanna.

La Terza sezione civile della Cassazione ha infatti confermato la sentenza del Tribunale di Palermo condannando lo Stato a risarcire i familiari delle vittime. Secondo i giudici, «è abbondantemente e congruamente motivata» la tesi secondo cui la strage di Ustica fu causata «da un missile». Lo Stato, dunque, è responsabile di non aver garantito, con sufficienti controlli dei radar civili e militari, la sicurezza dei cieli.

La Cassazione ha dunque respinto i ricorsi del Ministero della Difesa e del Ministero dei Trasporti (con i quali era messo in dubbio il diritto dei familiari al risarcimento) e ha invece accolto il reclamo delle famiglie rinviando alla Corte d'Appello di Palermo la valutazione di un eventuale aumento della cifra da risarcire.

«Siamo soddisfatti per la decisione della Cassazione», ha dichiarato Daria Bonfietti, presidente dell'Associazione parenti delle vittime della strage. «Ma adesso lo Stato deve trovare un po' di dignità e avere il coraggio di trarre le conseguenze: chiedere anche ad altri Paesi, coinvolti nella strage, di dire la verità . È qualcosa che ci è dovuto, molto più dei risarcimenti».

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

TAG CLOUD